mercoledì 18 gennaio | 07:25
pubblicato il 28/giu/2013 09:27

Riforme: Zanda, accordi escludevano modifiche al ddl

(ASCA) - Roma, 28 giu - ''Noi diciamo subito che la giustizia e' espressamente fuori dal perimetro delle riforme costituzionali. Il Titolo V della Costituzione era stato espressamente tralasciato nel ddl licenziato dal governo. E non per caso. Questa e' stata una decisione politica presa un consiglio dei ministri dove siede il vicepremier Angelino Alfano, che e' il segretario del Pdl''.

Lo ha chiarito il capogruppo del Pd al Senato, Lugi Zanda, in un'intervista a La Stampa. Dalle pagine del quotidiano torinese Zanda ha spiegato che ''le riforme costituzionali vanno approvate a maggioranza larghissima. Sarebbe stato quantomeno opportuno che emendamenti di questa portata fossero stati preceduti da una riflessione comune''. Questo non implica che il tema giustizio vada affrontato perche' ''ci sono urgenze assolute su cui intervenire''. Quanto al tema dell'ineleggibilita'' di Berlusconi, Zanda ha spiegato che ''i senatori in Giunta si dovranno comportare secondo coscienza''.

brm/cam/bra

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Quirinale
Mattarella da oggi in Grecia in visita ufficiale
Nato
Mattarella:Nato straodinariamente importante per pace e sicurezza
M5s
Nasce Sharing Rousseau, Di Maio: "Intelligenza collettiva M5s"
Ue
Presidenza Europarlamento: al ballottaggio Tajani e Pittella
Altre sezioni
Salute e Benessere
Salute: nuovi Lea in arrivo. In vigore dopo pubblicazione su G.U.
Motori
Moto, Ducati e Diesel insieme per una Diavel post-apocalittica
Enogastronomia
Nel 2016 consumi alimentari fuori casa +1,1%, domestici -0,1%
Turismo
Nel 2016 Roma è stata la meta italiana preferita dagli europei
Energia e Ambiente
L'Enel porta energia "verde" all'ambasciata italiana di Abu Dhabi
Moda
Moda, nasce Brandamour, nuovo polo del lusso Made in Italy
Scienza e Innovazione
Nell'Universo ci sono almeno due trilioni di galassie
TechnoFun
Rischi del web, ecco le 8 truffe che colpiscono gli italiani
Sistema Trasporti
Dal 26 marzo al via i nuovi voli da Milano-Malpensa