lunedì 27 febbraio | 06:24
pubblicato il 09/lug/2014 15:39

Riforme: via libera emendamento per 800mila firme per referendum

(ASCA) - Roma, 9 lug 2014 - La commisisone Affari costituzionali ha approvat ole'emendemento al ddl sulle riforme che porta da 500 mila a 800 mila (rispetto al milione che figurava nella prima versione del documento) il numero di firme richiesto per promuovere un referendum abrogativo.

Non saranno piu' ammessi i referendum manipolativi o additivi, riservando a questo strumento solo la possibilita' di emendare una legge o parti di essa che abbiamo valore normativo autonomo.

Cambiano anche le regole sul quorum, che diventa mobile ed e' legato alla partecipazione dei cittadini alle ultime elezioni politiche. Il giudizio preventivo di ammissibilita' da parte della Consulta potra' essere espresso raggiunta la meta' delle firme necessarie (400 mila).

njb

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Pd
Pd, Veltroni: la sinistra divisa consegna l'Italia al polulismo
Pd
Renzi: D'Alema non ha mai digerito rospo, scissione Pd colpa sua
Governo
Governo, Alfano: non va stroncato per vicenda interna al Pd
Governo
Renzi: elezioni nel 2018, deciderà Gentiloni se votare prima
Altre sezioni
Salute e Benessere
Fibrosi polmonare idiopatica, al Gemelli seminario internazionale
Motori
L'agricoltura del futuro: Case IH presenta il trattore autonomo
Enogastronomia
Ricerca Gfk: l'identikit dei nuovi consumatori al supermercato
Turismo
Boom degli affitti brevi in ambito turistico e non solo (+30%)
Energia e Ambiente
Progetto Life-Nereide: asfalto silenzioso da materiale riciclato
Moda
Nuova linea ready-to-wear de La Perla: sensuali giacche corsetto
Scienza e Innovazione
Esa, Vega: nel 2018 opportunità di volo per minisatelliti multipli
TechnoFun
Google crea strumento intelligenza artificiale anti-trolls
Sistema Trasporti
Da UNRAE protocollo costruttori-scuole per formare autisti hi-tech