mercoledì 18 gennaio | 17:32
pubblicato il 09/lug/2014 15:39

Riforme: via libera emendamento per 800mila firme per referendum

(ASCA) - Roma, 9 lug 2014 - La commisisone Affari costituzionali ha approvat ole'emendemento al ddl sulle riforme che porta da 500 mila a 800 mila (rispetto al milione che figurava nella prima versione del documento) il numero di firme richiesto per promuovere un referendum abrogativo.

Non saranno piu' ammessi i referendum manipolativi o additivi, riservando a questo strumento solo la possibilita' di emendare una legge o parti di essa che abbiamo valore normativo autonomo.

Cambiano anche le regole sul quorum, che diventa mobile ed e' legato alla partecipazione dei cittadini alle ultime elezioni politiche. Il giudizio preventivo di ammissibilita' da parte della Consulta potra' essere espresso raggiunta la meta' delle firme necessarie (400 mila).

njb

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Ue
Presidenza Europarlamento: al ballottaggio Tajani e Pittella
Fca
Fca,Gentiloni a Merkel: omologazione spetta a autorità italiane
Terremoti
Terremoto, Boschi segue situazione. In contatto con Curcio e Errani
Ue
Gentiloni vola da Merkel, sul tavolo conti pubblici e caso Fca
Altre sezioni
Salute e Benessere
"Guarda che bello", quando gli occhi dei bimbi si curano con gioia
Motori
Moto, Ducati e Diesel insieme per una Diavel post-apocalittica
Enogastronomia
Alla Luiss il primo corso di alimentazione sostenibile
Turismo
Da Bookingfax una App per riportare turisti in Agenzia di viaggio
Energia e Ambiente
Leader mondiali dell'industria danno vita all'Hydrogen Council
Moda
Moda, dopo Milano Brandamour apre uno show room anche a New York
Scienza e Innovazione
"L'Ara com'era", il racconto dell'Ara Pacis diventa più immersivo
TechnoFun
Rischi del web, ecco le 8 truffe che colpiscono gli italiani
Sistema Trasporti
Gb, arrivato a Londra primo treno merci proveniente dalla Cina