giovedì 23 febbraio | 11:04
pubblicato il 04/mag/2013 12:00

Riforme/ Veltroni: Berlusconi non può presiedere la Convenzione

Se proprio la si vuole fare serve presidenza terza ed equilibrata

Riforme/ Veltroni: Berlusconi non può presiedere la Convenzione

Roma, 4 mag. (askanews) - No anche da Walter Veltroni a Silvio Berlusconi presidente della Convenzione per le Riforme proposta dal Governo Letta, rispetto cui il fondatore del Pd non nasconde perplessità. "Se proprio si vuole fare la Convenzione - ha detto fra l'altro Veltroni, in una intervista al Corriere della Sera- deve essere guidata da una persona che abbia caratteristiche di equilibrio e terzietà. Non mi pare il profilo di Berlusconi". Più in generale, però, Veltroni fa notare che la Convenzione potrebbbe rallentare anzichè accelerare il percorso delle riforme. "Non vorrei - ha affermato - che passassimo sei mesi per istituire la Convcenzione e altri sei per deciderne il Presidente. Sono giacenti in Parlamento le proposte dei saggi e altre. Si parta da quelle, in primis dalla legge elettorale

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Campidoglio
Grillo: entro due giorni Raggi risolve questione di stadio Roma
Centrosinistra
Entro sabato gruppi ex Pd, pressing per convincere parlamentari
Roma
Grillo: Roma una bomba atomica, che pretendete da M5s?
Governo
Renzi: governo fa cose importanti ma se ne parla poco
Altre sezioni
Salute e Benessere
Carnevale, allarme dermatologi: attenzione a trucchi e maschere
Motori
Man lancia due iniziative per salute e sicurezza degli autisti
Enogastronomia
Nestlé eliminerà 18.000 tonn. di zucchero da prodotti entro 2020
Turismo
Boom degli affitti brevi in ambito turistico e non solo (+30%)
Energia e Ambiente
Una legge per istituire la Giornata del risparmio energetico
Moda
A Londra apre una mostra su Lady Diana, icona della moda
Scienza e Innovazione
A Tallinn in Estonia un robot fattorino fa consegne a domicilio
TechnoFun
La Cina leader nel mondo delle app per abbellire i selfie
Sistema Trasporti
Da UNRAE protocollo costruttori-scuole per formare autisti hi-tech