mercoledì 07 dicembre | 16:16
pubblicato il 01/ago/2013 14:43

Riforme: Toninelli(M5S), col ddl violata la Costituzione

(ASCA) - Roma, 1 ago - ''Questo mio intervento ha un titolo, e questo titolo e': 'Provvedimento blindato, Parlamento imbavagliato'. Il provvedimento oggi all'esame va contestualizzato nell'ambito dell'intero processo riformatore che la maggioranza intende portare avanti, in primis attraverso l'approvazione di questo disegno di legge, per poter apportare rilevanti modifiche al dettato costituzionale in deroga alla procedura prescritta dall'articolo 138 della Costituzione. Questo e' lo scopo e il disegno di legge e' il mezzo''.

Lo ha affermato Danilo Toninelli intervenuto in Aula alla Camera nella discussione generale sul ddl per le riforme costituzionali per esprimere la netta contrarieta' del M5S.

''Al di la' di quanto avvenuto negli anni precedenti -ha sostenuto Toninelli-, e' comunque sull'onda della propaganda elettorale, alla ricerca e alla raccolta di un demagogico consenso nel Paese, e post-elettorale, alla ricerca di accordi politici con le forze presenti in Parlamento e con lo stesso Presidente della Repubblica al fine di arrivare alla formazione di una maggioranza di Governo, che si continua a parlare aprioristicamente della necessita' di procedere ad una profonda revisione della Costituzione''. ''La verita' e' -ha aggiunto- che questo assunto ormai e' diventato un assioma, che agli occhi della maggioranza non necessita nemmeno di essere piu' dimostrato. Si parla per frasi fatte non sorrette da alcuna seppur minima istruttoria, sulla base delle quali modificare l'assetto costituzionale risulterebbe indispensabile per superare l'impasse istituzionale''.

Per il deputato 'grillino' il ddl e' ''un testo praticamente blindato, come abbiamo detto nel titolo. Questo fatto in se' e' gia' molto grave ma diventa inaccettabile se relativo ad un procedimento che tocca aspetti fondamentali del nostro sistema costituzionale''.

''E' evidente che, data la volonta' politica di maggioranza di portare avanti speditamente questo disegno di legge senza coinvolgere l'opposizione, dati i numerosi provvedimenti in scadenza all'esame della Camera in questi primi giorni di agosto, data l'imminente pausa estiva e la calendarizzazione della discussione generale sul disegno di legge costituzionale per la sola giornata di oggi e la volonta' di chiudere le votazioni fra il 6 e il 9 settembre, peraltro con tempi contingentati, si puo' purtroppo gia' dire -ha detto il deputato 'grillino'- che anche l'esame in Aula di questo provvedimento si svolgera' il modo approssimativo, senza la possibilita' di apportare migliorie al testo e con il solo obiettivo di arrivare alla sua approvazione nei tempi prefissati dal Governo e dalla maggioranza: come se, delle quattro letture necessarie e previste dall'articolo 138, effettivamente di merito e di contenuto se ne facesse una, la prima al Senato, e tutte le altre fossero mere conferme''.

min

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Governo
Renzi e Pd pronti a governo istituzionale: ma con numeri larghi
L.Bilancio
L.Bilancio, governo pone fiducia in aula Senato su art.1
Governo
Mattarella frena corsa al voto,prima sistema elettorale uniforme
Fi
Fi, Berlusconi ricoverato. Zangrillo: stress, a breve dimesso
Altre sezioni
Salute e Benessere
Robot indossabile ridà capacità di presa a persone quadriplegiche
Enogastronomia
Domenica 11 dicembre Cantine aperte a Natale
Turismo
Con Volagratis Capodanno low cost da Parigi al Mar Rosso
Lifestyle
Giochi, Agimeg: nel 2016 raccolta supera i 94 miliardi (+7,3%)
Moda
Per Herno nuovo flagship store a Seoul
Sostenibilità
Roma, domani al via la terza "Isola della sostenibilità"
Efficienza energetica
Natale 2016, focus risparmio energetico e trionfo regalo Hi-tech
Scienza e Innovazione
Ricerca, da 2018 l'ERC tornerà a finanziare team multidisciplinari
Motori
Nuova Leon Cupra, più potenza e migliori prestazioni