martedì 06 dicembre | 09:23
pubblicato il 24/mag/2012 20:30

Riforme/ Rush finale al Senato, si Commissione entro il 30

Slitta esame bicameralismo. Problemi tecnici, ma ok accordo

Riforme/ Rush finale al Senato, si Commissione entro il 30

Roma, 24 mag. (askanews) - Rush finale delle riforme costituzionali al Senato: in prima commissione, infatti, oggi verranno votati e approvati, salvo sorprese, tutti gli articoli che compongono la revisione della Carta, tranne due, quelli cioè che riguardano il superamento del bicameralismo perfetto e la 'sfiducia costruttiva' nei confronti del premier. Nessun inghippo, però: come hanno chiarito sia il Pd Enzo Bianco che il Pdl Gaetano Quagliariello, "l'accordo politico è ben chiaro e saldo, come dimostra l'approvazione senza intoppi del taglio del numero dei parlamentari di ieri". Quel che resta da fare, dunque, è "scrivere le norme in maniera corretta e inappuntabile", un "problema normativo che - ha precisato Bianco - verrà affrontato e sciolto nel week end", per arrivare a una approvazione del ddl completo entro la prossima settimana. "Dopotutto - è stato il ragionamento di Quagliariello - stiamo scrivendo quella che, se andrà in porto, è la più grande revisione costituzionale da quando la carta è in vigore. E' giusto fare presto, ma è anche giusto utilizzare tutto il tempo disponibile e dopo tutto la prossima settimana l'Aula di palazzo Madama sarà impegnata con la discussione del ddl lavoro". Logico quindi che i senatori abbiano chiesto e ottenuto di poter lavorare anche martedì e mercoledì della prossima settimana, a patto di riuscire a fare un "lavoro pulito", ovvero dar vita a un testo che non debba poi essere modificato. L'iter previsto per il ddl costituzionale è lungo e prevede quattro passaggi parlamentari: meglio scriverlo bene fin dall'inizio, è stata la sintesi dei senatori. Inoltre, Quagliariello ha minimizzato la portata dell'annuncio fatto di recente da Silvio Berlusconi, il quale ha detto che il segretario del Pdl, Angelino Alfano, "presenterà a breve un progetto di revisione completa della Carta". "Può esserci la necessità politica di alzare l'asticella della discussione - ha detto Quagliariello - ma nulla di quel che viene detto o fatto è detto o fatto per non fare querl che stiamo facendo ora". Nonostante non sia più in maggioranza, della partita riforme vuol essere anche la Lega. Vero che Roberto Maroni oggi è arrivato a mettere in discussione anche la stessa permanenza del Carroccio in Parlamento, ma vero anche che il deputato Giacomo Stucchi, parlando a nome del suo partito, ha annunciato che "se dei cambiamenti si approveranno, a cominciare dalla riduzione del numero dei parlamentari, la Lega Nord non si tirerà indietro e darà come sempre il suo contributo; ma quanto tempo perso in chiacchiere inutili. Se fosse passata a suo tempo la nostra riforma costituzionale avremmo già da tempo ammodernato l'architettura costituzionale e oggi, magari, ne avremmo già goduto i frutti in termini economici e di efficienza".

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Riforme
Italicum a rischio, è già dibattito sulla nuova legge elettorale
Riforme
Dopo il voto Renzi dimissionario al Colle. Mattarella arbitro
Governo
M5S vuole il voto subito. Ma Di Maio premier non convince tutti
Governo
Stamattina colloquio informale Mattarella-Renzi al Quirinale
Altre sezioni
Salute e Benessere
Diabete, arriva in Italia penna con concentrazione doppia insulina

Roma, 5 dic. (askanews) - Un'iniezione "morbida", più facile, e una penna con il doppio delle unità di insulina disponibili per ridurre il numero di device da gestire: un...

Enogastronomia
Festa a Roma con Heinz Beck per i 30 anni del Gambero Rosso
Turismo
Eden Travel Group, il SalvaVacanza spinge l'advance booking
Lifestyle
Giochi, Agimeg: nel 2016 raccolta supera i 94 miliardi (+7,3%)
Moda
Gli angeli sexy di Victoria's Secret sfilano a Parigi
Sostenibilità
Smart City, modello Milano grazie a ruolo utilities
Efficienza energetica
Pesticidi: una minaccia per le api, colpito anche l'olfatto
Scienza e Innovazione
Spazio, nuovo successo per il razzo italiano Vega
Motori
Audi A3 compie 20 anni, 3 generazioni e 4 milioni di esemplari