domenica 22 gennaio | 15:33
pubblicato il 21/lug/2014 18:33

Riforme: Romani, modifiche? Possibili, ma a patto che siano concordate

+++Tra Fi e Pd, i due assi portanti delle riforme, con la ''partecipazione attiva di Renzi''+++.

.

(ASCA) - Roma, 21 lug 2014 - ''Ritengo che il lavoro fatto in commissione sia eccellente. Oggi il testo del ddl e' profondamente diverso rispetto alla formulazione iniziale.

Nessun miglioramento e' escluso, ed e' tecnicamente possibile. Oggi il nostro capogruppo in commissione Affari costituzionali, Donato Bruno ha parlato in Aula ad esempio di statuto delle opposizioni. Tutte le modifiche pero' vanno preventivamente concordate''. Lo ha detto il capogruppo Fi al Senato, Paolo Romani, conversando con i giornalisti a Palazzo Madama.

''Il patto per le riforme e' siglato tra i due assi portanti Pd e Fi, e le modifiche eventuali vanno concordate tra di loro, con la partecipazione attiva anche di Renzi'' ha proseguito Romani, che sui punti suscettibili di miglioramenti indicati dalla relatrice Pd, Anna Finocchiaro, relativi a referendum, elezione presidente della Repubblica, leggi di bilancio e Senato, e competenze Ue di quest'ultimo, ha parlato di ''proposte sensate'' ed ha avuto obiezioni solo per quella sull'elezione del Capo dello Stato. ''Non vorrei ampliare la platea per l'elezione del Presidente della Repubblica'' ha detto, pur confessando di essere ''intrigato'' dall'emendamento Casini, relativo al ballottaggio tra i due candidati piu' votati nel caso in cui all'ottava votazione non sia ancora raggiunta la maggioranza necessaria per l'elezione di un candidato alla presidenza.

Sull'immunita' Romani ha confessato di ''non essere minimamente interessato al tema'' . Circa infine la posizione della Lega Nord, Romani ha concluso con una battuta: ''Su questo fronte io preferisco ascoltare solo Calderoli....''.

Il capogruppo Fi non si e' sottratto alla domanda sulla posizone dei 'frondisti' di Forza Italia: ''Oggi alla richiesta di non passaggio agli articoli, tra i senatori Fi si sono registrate solo due astensioni. Detto questo nella vita e nella politica ognuno si assume le responsabilita' delle proprie scelte''.

njb

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Pd
Guerini: Bene Prodi. Ora il Mattarellum, è lo strumento migliore
Parma
Pizzarotti: mi ricandido, non lascio un buon lavoro a metà
Terremoti
Terremoto, Finocchiaro: Gentiloni pronto a riferire in Parlamento
Altre sezioni
Salute e Benessere
Asma e Bpco, 15% italiani soffre malattie respiratorie persistenti
Motori
John Lennon, all'asta la sua Mercedes-Benz 230SL Roadster
Enogastronomia
Formaggi, yogurt, mozzarelle: ora obbligatorio indicare l'origine dellatte
Turismo
Via in Uruguay i 40 giorni del carnevale, il più lungo del mondo
Energia e Ambiente
Pericolo estinzione per il 60% di tutte le specie di primati
Moda
Moda Parigi, l'eleganza rilassata dell'uomo Louis Vuitton
Scienza e Innovazione
Spazio: da Cassini primo piano per Dafni, piccola luna di Saturno
TechnoFun
Cyber attacchi, dal 2001 in Italia hackerati 12mila siti web
Sistema Trasporti
Confermato avvio lavori di interconnessione tra Brebemi e A4