giovedì 08 dicembre | 05:40
pubblicato il 29/lug/2014 20:20

Riforme: Renzi, al Senato una sceneggiata. No ai ricatti, andiamo avanti

(ASCA) - Roma, 29 lug 2014 - Quello che sta accadendo in aula al Senato e' una ''sceneggiata'' e prova che ''i senatori hanno paura di perdere la poltrona''. Lo ha scritto su facebook il presidente del consiglio Matteo Renzi, commentando lo scontro in aula al Senato sulle riforme: ''Gli italiani ci hanno chiesto di cambiare un sistema politico che non funziona piu'. Noi manteniamo la promessa, senza paura e senza mollare. Stiamo facendo le riforme perche' la politica e i politici devono cambiare. E le sceneggiate di oggi dimostrano che alcuni senatori perdono tempo per paura di perdere la poltrona. Noi andiamo avanti e alla fine saranno i cittadini con il referendum a giudicare chi avra' ragione e chi torto. La nostra determinazione e' piu' forte dei loro giochetti. Andiamo avanti pronti a discutere con tutti ma non ci faremo mai ricattare da nessuno'' Poco prima di Renzi era stata Maria Elena Boschi, ministro per le Riforme, a sottolineare che il governo intende ''andare avanti'', perche' non intende cedere ''al ricatto dell'ostruzionismo''. ''Noi - ha detto Boschi conversando con i giornalisti al Senato - ci siamo dichiarati aperti a un confronto, disponibili, ma non possiamo cedere al ricatto dell'ostruzionismo. Per cui, con calma, andremo avanti, perche' gli italiani ci hanno chiesto di cambiare e noi lo faremo. Non saremo come gli altri, con il sorriso e la determinazione non ci fermiamo e andiamo avanti con le riforme''. E' legittimo sostenere un modello di Senato diverso da quello proposto dal governo, ma bisogna farlo a ''voto palese'', secondo la Boschi: ''Credo non si debba aver paura delle proprie idee: chi sostiene un modello diverso di Senato e' giusto che lo faccia a viso aperto e non si nasconda dietro al voto segreto. Il Pd non ha chiesto il voto segreto, nemmeno la maggioranza. Noi siamo disponibili a votare in modo palese''. La chiusura entro l'8 agosto e' possibile solo ''se c'e' una disponibilita' da parte delle opposizioni ad avere un confronto vero, magari anche con posizioni legittimamente diverse, ma senza questo ostruzionisimo che continuano a portare avanti che ci ha portato a fare 4 voti nell'intero pomeriggio. Noi, comunque, con calma e serenita' andiamo avanti con il nostro lavoro''. pol-tmn/dsk

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Fi
Fi, Berlusconi ricoverato. Zangrillo: stress, a breve dimesso
Pd
Pd, Orfini: ok sostegno militanti ma sia senza rabbia
L.Bilancio
L.Bilancio, governo pone fiducia in aula Senato su art.1
Governo
Consultazioni Mattarella fino a sabato, chiudono Fi M5s e Pd
Altre sezioni
Salute e Benessere
Robot indossabile ridà capacità di presa a persone quadriplegiche
Enogastronomia
Domenica 11 dicembre Cantine aperte a Natale
Turismo
Con Volagratis Capodanno low cost da Parigi al Mar Rosso
Lifestyle
Giochi, Agimeg: nel 2016 raccolta supera i 94 miliardi (+7,3%)
Moda
Per Herno nuovo flagship store a Seoul
Sostenibilità
Roma, domani al via la terza "Isola della sostenibilità"
Efficienza energetica
Natale 2016, focus risparmio energetico e trionfo regalo Hi-tech
Scienza e Innovazione
Ricerca, da 2018 l'ERC tornerà a finanziare team multidisciplinari
Motori
Nuova Leon Cupra, più potenza e migliori prestazioni