sabato 10 dicembre | 12:25
pubblicato il 27/apr/2016 17:45

Riforme, radicali contro plebiscito, chiedono referendum parziali

Magi lancia la campagna sul sito "vogliamoscegliere.it"

Riforme, radicali contro plebiscito, chiedono referendum parziali

Roma, (askanews) - Il Partito radicale promuove la richiesta di svolgere referendum parziali o per parti separate sulla riforma costituzionale. L'iniziativa è stata presentata alla Camera dal segretario dei radicali italiani Riccardo Magi, che ha spiegato:

"Il rischio è che una fase importante come quella di revisione costituzionale si sta già trasformando in un plebiscito Renzi sì-Renzi no. La soluzione c'è per tutelare la libertà di scelta dei cittadini ed è quella di sottoporre al voto quesiti parziali o per parti separate della riforma. Altrimenti si voterà in blocco su abolizione del Cnel, riforma del Senato e riforma dell'istituto referendario. Questo a nostro avviso è incostituzionale. Noi quindi proporremo referendum per parti separate".

I radicali hanno quindi avviato una campagna per la libertà di voto attraverso il sito vogliamoscegliere.it.

Gli articoli più letti
Governo
Renzi verso ok a governo Gentiloni, ma su data voto è rebus
Governo
Orlando: governo per andare al voto, ma Pd non lo fa da solo
Governo
Tosi al Colle: incarico a una figura dal profilo internazionale
Governo
Seconda giornata consultazioni da Mattarella, Gentiloni in pole
Altre sezioni
Salute e Benessere
Orecchie a sventola, clip rivoluziona intervento chirurgico
Enogastronomia
Furono i sardi i primi a produrre vino nel Mediterraneo
Turismo
Confesercenti: alberghi prenotati al 75% per Ponte Immacolata
Lifestyle
Giochi, Agimeg: nel 2016 raccolta supera i 94 miliardi (+7,3%)
Moda
Per Herno nuovo flagship store a Seoul
Sostenibilità
All'Isola della Sostenibilità il mondo dell'economia circolare
Efficienza energetica
Natale 2016, focus risparmio energetico e trionfo regalo Hi-tech
Scienza e Innovazione
Europei, Olimpiadi e terremoto, il 2016 su Facebook in Italia
Motori
Flash Mob ai Fori per Amatrice con la Ferrari del record in Cina