martedì 06 dicembre | 17:24
pubblicato il 12/apr/2013 15:45

Riforme: Quagliariello, da saggi piena legittimazione tesi centrodestra

Riforme: Quagliariello, da saggi piena legittimazione tesi centrodestra

(ASCA) - Roma, 12 apr - Il lavoro dei saggi ha nei fatti riconosciuto piena legittimazione alle posizioni e alle tesi del centrodestra. Lo sottolinea Gaetano Quagliariello, senatore del PdL e componente del gruppo di lavoro politico-istituzionale che ha consegnato oggi la relazione al presidente Napolitano.

''Sul piano delle riforme istituzionali, alla proposta semipresidenziale e' stata riconosciuta pari dignita', e anche l'opzione alternativa di un sistema parlamentare razionalizzato e' andata nell'indirizzo di un rafforzamento delle prerogative del premier - osserva Quagliariello -; e' stato riconosciuto il nesso inscindibile tra legge elettorale e forma di governo; e' stata condivisa la necessita' di correggere il Titolo V e completare il federalismo fiscale secondo l'impostazione data dal governo Berlusconi. Sul piano dei regolamenti e' stato ampiamente condiviso l'impianto al quale il centrodestra aveva dato un determinante contributo nella scorsa legislatura''. ''Ma il capitolo nel quale piu' significativa e' risultata la piena legittimazione di importanti posizioni fin qui oggetto di pregiudizio - osserva Quagliariello - e' quello della giustizia: se in un documento istituzionale condiviso si parla di equilibrio fra i poteri e limiti alla giurisprudenza creativa, di norme piu' stringenti per l'avvio e la durata delle indagini e di riforma delle intercettazioni, di regole piu' rigorose per i rapporti tra magistratura e mezzi di comunicazione, per la candidatura dei magistrati e per la collocazione in fuori ruolo, di inappellabilita' delle sentenze di assoluzione seppur nei limiti imposti dalla Corte Costituzionale; se si suggerisce l'istituzione di una Corte 'non domestica' per i procedimenti disciplinari in secondo e ultimo grado e la sottrazione alla spartizione correntizia della struttura amministrativa del Csm; se si propongono misure per la effettivita' delle garanzie, per un piu' stretto controllo giudiziario sui provvedimenti cautelari, per la deflazione del processo penale e contro il sovraffollamento carcerario; se si insiste sull'efficienza della giustizia civile, sulla risoluzione extragiudiziale delle controversie, sul potenziamento di giudici di pace e magistrati onorari; se si afferma che le leggi sul conflitto di interessi non devono e non possono essere contra personam; se accade tutto questo, non sta a me dire se e quanto il lavoro oggi compiuto potra' essere di aiuto alla soluzione della crisi politica che stiamo vivendo''.

''Il centrodestra - conclude - e' un'area politica pienamente legittimata e il PdL si conferma come una forza portatrice di posizioni orientate alla ricerca del bene comune, anche e soprattutto sul terreno nel quale piu' forti sono sempre stati i pregiudizi nei nostri confronti''.

com-njb

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Governo
Alfano: pronostico elezioni anticipate a febbraio
Governo
Renzi vuole dalla direzione l'ok del Pd a elezioni anticipate
Governo
M5S vuole il voto subito. Ma Di Maio premier non convince tutti
Governo
Capigruppo Fi: impraticabile congelare crisi governo Renzi
Altre sezioni
Salute e Benessere
Airc finanzia ricerca per migliorare diagnosi noduli alla tiroide
Enogastronomia
Touchscreen e realtà aumentata: a Milano il supermarket del futuro
Turismo
Ponte Immacolata, per un italiano su due hotel è luogo dolce vita
Lifestyle
Giochi, Agimeg: nel 2016 raccolta supera i 94 miliardi (+7,3%)
Moda
Gli angeli sexy di Victoria's Secret sfilano a Parigi
Sostenibilità
Smart City, modello Milano grazie a ruolo utilities
Efficienza energetica
Natale 2016, focus risparmio energetico e trionfo regalo Hi-tech
Scienza e Innovazione
I supermercati del futuro di Amazon: niente casse e code
Motori
Nuova Leon Cupra, più potenza e migliori prestazioni