lunedì 27 febbraio | 21:48
pubblicato il 16/ott/2013 12:17

Riforme: ostruzionismo M5S, voto su comitato slitta a mercoledi' 23

Riforme: ostruzionismo M5S, voto su comitato slitta a mercoledi' 23

+++Contestata anche l'assenza del ministro Quagliariello, che febbricitante poi raggiunge l'Aula+++.

.

(ASCA) - Roma, 16 ott - A causa dell'ostruzionismo di una cinquantina di senatori del Movimento 5 Stelle, affiancato anche dalle proteste dei senatori Sel, il voto finale sul ddl costituzionale sull'istituzionale del comitato parlamentare per le riforme costituzionali ed elettorali slitta a mercoledi' prossimo, 23 ottobre.

Dopo una lunga serie di interventi di 20 minuti ciascuno in sede di discussione generale da parte di esponenti grillini, che hanno dilatato i tempi dell'esame (''il nostro non e' ostruzionismo, ma 'costruzionismo' contro il tentativo di violentare l'art.138 della Costituzione''), le proteste si sono concentrate sull'assenza oggi in Aula del ministro per le Riforme, Gaetano Quagliariello. Nonostante la presenza dell'esecutivo fosse garantita dal sottosegretario ai Rapporti con il Parlamento, Sabrina De Camillis, vari esponenti M5S, a cui si e' aggiunta la capogruppo Sel, Loredana De Petris hanno stigmatizzato l'assenza del ministro, nonostante le sue assicurazioni in senso contrario espresse ancora ieri, giungendo a parlare di gesto di affronto e spregio nei confronti del Senato. A nulla sono valse le argomentazioni del presidente di turno, Maurizio Gasparri (Pdl), affiancato dalla senatrice Pd, Anna Finocchiaro, che hanno spiegato come l'assenza di Quagliariello fosse motivata da un suo malessere (entrambi si sono espressi in solidarieta' del ministro). Alle insistenze dei senatori, che chiedevano ulteriori precisazioni, Gasparri dopo aver ricordato che sotto il profilo regolamentare non ci fossero problemi a proseguire nell'esame del ddl, e' poi sbottato: ''Speravo ci fosse una certa sensibilita' e un certo rispetto per la privacy di ciascuno, qui non siamo alla Asl e del resto mica dobbiamo fare la diretta streaming dell'ambulatorio del Senato!''.

Alla fine il ministro Quagliariello ha ritenuto opportuno raggiungere comunque l'emiciclo e prendendo la parola ha spiegato i motivi della sua assenza, dovuta ad un accesso febbrile. Presentando infine le sue ''scuse all'Aula'' l'incidente si e' concluso e la discussione e' proseguita. njb

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Centrodestra
Zaia a Berlusconi: io candidato premier? E' una manfrina
Calcio
Renzi: Ranieri tradito dai suoi giocatori, ma tornerà...
Centrodestra
Salvini gela Berlusconi: no a Zaia leader e a doppia moneta
Pd
Pd, D'Alema: attacchi Renzi? Non vorrei alimentare ossessioni
Altre sezioni
Salute e Benessere
Malattie rare, Scaccabarozzi: 560 farmaci in sviluppo nel mondo
Motori
L'agricoltura del futuro: Case IH presenta il trattore autonomo
Enogastronomia
Premio Ercole Olivario, in gara 174 etichette da 17 Regioni
Turismo
Boom degli affitti brevi in ambito turistico e non solo (+30%)
Energia e Ambiente
E.ON:Per 6 italiani su 10 ideale per la casa è l'energia solare
Moda
Nuova linea ready-to-wear de La Perla: sensuali giacche corsetto
Scienza e Innovazione
Fisica, Masterclass: 3000 studenti alla scoperta delle particelle
TechnoFun
Google crea strumento intelligenza artificiale anti-trolls
Sistema Trasporti
Da UNRAE protocollo costruttori-scuole per formare autisti hi-tech