venerdì 20 gennaio | 13:00
pubblicato il 16/ott/2013 12:17

Riforme: ostruzionismo M5S, voto su comitato slitta a mercoledi' 23

Riforme: ostruzionismo M5S, voto su comitato slitta a mercoledi' 23

+++Contestata anche l'assenza del ministro Quagliariello, che febbricitante poi raggiunge l'Aula+++.

.

(ASCA) - Roma, 16 ott - A causa dell'ostruzionismo di una cinquantina di senatori del Movimento 5 Stelle, affiancato anche dalle proteste dei senatori Sel, il voto finale sul ddl costituzionale sull'istituzionale del comitato parlamentare per le riforme costituzionali ed elettorali slitta a mercoledi' prossimo, 23 ottobre.

Dopo una lunga serie di interventi di 20 minuti ciascuno in sede di discussione generale da parte di esponenti grillini, che hanno dilatato i tempi dell'esame (''il nostro non e' ostruzionismo, ma 'costruzionismo' contro il tentativo di violentare l'art.138 della Costituzione''), le proteste si sono concentrate sull'assenza oggi in Aula del ministro per le Riforme, Gaetano Quagliariello. Nonostante la presenza dell'esecutivo fosse garantita dal sottosegretario ai Rapporti con il Parlamento, Sabrina De Camillis, vari esponenti M5S, a cui si e' aggiunta la capogruppo Sel, Loredana De Petris hanno stigmatizzato l'assenza del ministro, nonostante le sue assicurazioni in senso contrario espresse ancora ieri, giungendo a parlare di gesto di affronto e spregio nei confronti del Senato. A nulla sono valse le argomentazioni del presidente di turno, Maurizio Gasparri (Pdl), affiancato dalla senatrice Pd, Anna Finocchiaro, che hanno spiegato come l'assenza di Quagliariello fosse motivata da un suo malessere (entrambi si sono espressi in solidarieta' del ministro). Alle insistenze dei senatori, che chiedevano ulteriori precisazioni, Gasparri dopo aver ricordato che sotto il profilo regolamentare non ci fossero problemi a proseguire nell'esame del ddl, e' poi sbottato: ''Speravo ci fosse una certa sensibilita' e un certo rispetto per la privacy di ciascuno, qui non siamo alla Asl e del resto mica dobbiamo fare la diretta streaming dell'ambulatorio del Senato!''.

Alla fine il ministro Quagliariello ha ritenuto opportuno raggiungere comunque l'emiciclo e prendendo la parola ha spiegato i motivi della sua assenza, dovuta ad un accesso febbrile. Presentando infine le sue ''scuse all'Aula'' l'incidente si e' concluso e la discussione e' proseguita. njb

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Terremoti
Blog Grillo: col cuore in Abruzzo. E' il momento di essere uniti
Pd
Pd, correnti in tensione su voto subito e leadership Renzi
Terremoti
Gentiloni a Chigi, pre-Consiglio ministri su emergenze sisma-neve
Terremoto
M5s cancella mobilitazione giorno decisione Consulta su Italicum
Altre sezioni
Salute e Benessere
Asma e Bpco, 15% italiani soffre malattie respiratorie persistenti
Motori
Moto, Ducati e Diesel insieme per una Diavel post-apocalittica
Enogastronomia
Consorzio Valpolicella: in Usa il 10% della produzione di Amarone
Turismo
Da Bookingfax una App per riportare turisti in Agenzia di viaggio
Energia e Ambiente
Ambientalisti italiani in piazza per Trump
Moda
Moda, dopo Milano Brandamour apre uno show room anche a New York
Scienza e Innovazione
Our Place in Space, in mostra l'Universo nelle immagini di Hubble
TechnoFun
A Unidata gara per frequenze reti radio a larga banda
Sistema Trasporti
TomTom City, la piattaforma monitora il traffico in tempo reale