mercoledì 07 dicembre | 11:51
pubblicato il 07/lug/2014 21:05

Riforme: Napolitano, no rinvii, confronto non sia inconcludente

(ASCA) - Roma, 7 lug 2014 - Il Presidente della Repubblica, Giorgio Napolitano interviene con una nota nel dibattito sulle riforme costituzionali per auspicare ''una conclusione costruttiva, evitando ulteriori spostamenti in avanti dei tempi di un confronto che non puo' scivolare, come troppe volte e' gia' accaduto, nell'inconcludenza su materie di riforma piu' che mai mature e vitali per lo sviluppo del nostro sistema istituzionale''. ''Leggo dichiarazioni di esponenti politici impegnati in Parlamento nel confronto sui temi di riforma costituzionale che commentano, anche affermando di comprenderlo, il silenzio da me osservato in proposito - si legge nella dichairazione -. Penso che sia stato e sia giusto per il Presidente della Repubblica non pronunciarsi sui termini delle scelte in discussione al Senato per quel che riguarda, in particolare, il superamento del bicameralismo paritario. Ma ho considerato doveroso pronunciarmi fin dall'inizio del mio mandato e al pari di miei predecessori (in particolare il Presidente Scalfaro, al quale succedetti nella Presidenza della Camera) sulla necessita' di procedere a modifiche da tempo ventilate della seconda parte della Costituzione. E tra queste una riforma volta a superare il bicameralismo paritario si e' fatta sempre piu' urgente per le sue ricadute negative sul processo di formazione e approvazione delle leggi''.

Il Capo dello Stato prosegue sottolineando che ''il tema e' stato oggetto di serio esame da parte della Commissione per le Riforme presieduta dall'allora Ministro Quagliariello, dalle cui conclusioni ha tratto stimolo il progetto del governo. Merita apprezzamento l'ampia apertura del dibattito su quest'ultimo punto, notevolmente prolungatosi rispetto agli annunci iniziali ; e merita apprezzamento l'impegno intensissimo dispiegato dalla Commissione Affari Costituzionali del Senato, anche attraverso larghe audizioni e sfociato in una ricca messe di emendamenti da parte dei relatori''.

''Senza entrare nel merito - ripeto - di opzioni ancora aperte, e' parte della mia responsabilita' - conclude - auspicare una conclusione costruttiva, evitando ulteriori spostamenti in avanti dei tempi di un confronto che non puo' scivolare, come troppe volte e' gia' accaduto, nell'inconcludenza su materie di riforma piu' che mai mature e vitali per lo sviluppo del nostro sistema istituzionale''.

com-njb

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Governo
Renzi vuole dalla direzione l'ok del Pd a elezioni anticipate
Governo
Renzi e Pd pronti a governo istituzionale: ma con numeri larghi
Governo
Udc esce da Ap di Alfano: nuovi gruppi contro voto anticipato
Governo
Bersani: Renzi vuole voto? Non si vince sulle macerie del Paese
Altre sezioni
Salute e Benessere
Robot indossabile ridà capacità di presa a persone quadriplegiche
Enogastronomia
Veronafiere,Danese:con Vinitaly salto qualità nei paesi asiatici
Turismo
Ponte Immacolata, per un italiano su due hotel è luogo dolce vita
Lifestyle
Giochi, Agimeg: nel 2016 raccolta supera i 94 miliardi (+7,3%)
Moda
Per Herno nuovo flagship store a Seoul
Sostenibilità
Smart City, modello Milano grazie a ruolo utilities
Efficienza energetica
Natale 2016, focus risparmio energetico e trionfo regalo Hi-tech
Scienza e Innovazione
Robotica soft, macchine più versatili ispirate a piante e animali
Motori
Nuova Leon Cupra, più potenza e migliori prestazioni