domenica 04 dicembre | 00:57
pubblicato il 07/ago/2014 20:30

Riforme, M5S: protestiamo contro chi ci toglie voce

Nostra dimostrazione pacifica esprime rabbia e senso di impotenza (ASCA) - Roma, 7 ago 2014 - "Siamo padri di famiglia. Siamo impiegati. Siamo professori di scuola. Architetti, avvocati, casalinghe. Siamo le persone che incontrate ogni giorno per strada. Siamo i senatori del Movimento 5 Stelle e stiamo assistendo alla sistematica violazione dei nostri diritti di cittadini, di parlamentari, di esponenti dell'opposizione. Il presidente del Senato ci ha tolto la voce con ogni strumento: democratico e antidemocratico". E' quanto si legge in una nota il gruppo M5S al Senato a proposito della discussione sulla riforma costituzionale.

"La nostra occupazione dei banchi dell'aula e' stata una protesta pacifica. Esprime tutta la nostra amarezza per una gestione dell'Aula a dir poco vergognosa. La rabbia e il senso di impotenza di chi vede il governo calpestare, indisturbato, gli interessi degli italiani", concludono i senatori.

Pol/Gal

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Riforme
Referendum,voto cattolico plurale:da no Family day a sì gesuiti
Riforme
Vigilia del voto, Sì e No si accusano di violare il silenzio
Riforme
Referendum, quante volte è cambiata la Costituzione dal '48 a oggi
Riforme
Referendum, sfida decisiva per la madrina delle riforme Boschi
Altre sezioni
Salute e Benessere
Sifo: in Italia 4 milioni di depressi. Ma solo 1 su 3 si cura
Enogastronomia
Nasce il Movimento Turismo dell'Olio
Turismo
Turismo, Franceschini: il 2017 sarà l'Anno dei Borghi
Lifestyle
Yocci, il Re della Torta di Carote e... il modo di essere
Moda
Gli angeli sexy di Victoria's Secret sfilano a Parigi
Sostenibilità
Smart City, modello Milano grazie a ruolo utilities
Efficienza energetica
Pesticidi: una minaccia per le api, colpito anche l'olfatto
Scienza e Innovazione
Ministeriale Esa, Battiston (Asi): l'Italia è molto soddisfatta
Motori
Audi A3 compie 20 anni, 3 generazioni e 4 milioni di esemplari