mercoledì 22 febbraio | 17:42
pubblicato il 13/mar/2014 17:11

Riforme: Legautonomie, i sindaci si facciano sentire

(ASCA) - Roma, 13 mar 2014 - ''E' un radicale passo in avanti. Il superamento del bicameralismo paritario e l'istituzione dell'Assemblea delle Autonomie, ad elezione indiretta, e' una vera svolta per superare un'architettura dello Stato antiquata e ormai insostenibile. Legautonomie si e' battuta a viso aperto in questi anni per raggiungere questo obiettivo, fortemente voluto dagli amministratori locali. Ora si deve vigilare che non prevalgano i conservatori e che l'impianto del disegno di legge non sia stravolto. I sindaci hanno un compito importante per questo e devono farsi sentire, da protagonisti di questa riforma e interpreti del consenso che ha fra i cittadini''. Cosi' il sindaco di Pisa Marco Filippeschi, presidente nazionale di Legautonomie, commenta la pubblicazione del disegno di legge costituzionale per il superamento del bicameralismo paritario, la riduzione del numero dei parlamentari e la revisione del Titolo V della Costituzione.

''La semplificazione del procedimento legislativo e la riduzione del numero dei parlamentari sono due risultati concreti che possono aiutare a riconciliare politica e societa'. L'affermazione dell'equilibrio fra rappresentanza regionale e rappresentanza dei sindaci risponde alla realta' effettiva dell'esperienza italiana e a quella del sistema istituzionale locale - aggiunge Filippeschi - mentre nel nuovo impianto e' piu' dubbia l'utilita' e l'integrazione dei rappresentanti nominati dal Presidente della Repubblica''. ''La riforma del Titolo Quinto, che risponde all'elaborazione dei saggi, significa riprendere la strada del federalismo - aggiunge ancora Filippeschi - e farlo con una specificazione delle competenze che potra' evitare conflitti istituzionali e restituire chiarezza di compiti e responsabilita' di fronte ai cittadini''.

res/rus

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Pd
Pd nomina commissione congresso, Emiliano si candida a primarie
Pd
Pd, Orfini: dopo Emiliano spero ci ripensino Rossi e Speranza
Pd
Speranza: Emiliano resta nel Partito di Renzi, noi no
Pd
Pd, Emiliano: non faccio a Renzi il favore della scissione
Altre sezioni
Salute e Benessere
Carnevale, allarme dermatologi: attenzione a trucchi e maschere
Motori
Man lancia due iniziative per salute e sicurezza degli autisti
Enogastronomia
150 ettari oliveto sul mare a Menfi, prende vita progetto Planeta
Turismo
Lourdes, destinazione turistica a 360 gradi
Energia e Ambiente
Una legge per istituire la Giornata del risparmio energetico
Moda
A Londra apre una mostra su Lady Diana, icona della moda
Scienza e Innovazione
Spazio, astronauti italiani e cinesi lavoreranno fianco a fianco
TechnoFun
La Cina leader nel mondo delle app per abbellire i selfie
Sistema Trasporti
Transpotec e SaMoTer: alleanza Milano-Verona modello per il Paese