giovedì 23 febbraio | 10:48
pubblicato il 23/set/2015 16:40

Riforme, l'algoritmo di Calderoli per creare 82 mln di emendamenti

Il senatore leghista ha studiato la formula con il suo staff

Riforme, l'algoritmo di Calderoli per creare 82 mln di emendamenti

Roma, 23 set. (askanews) - Potere della tecnologia. L'algoritmo del senatore della Lega Roberto Calderoli non è altro che una formula matematica particolarmente evoluta che permette di generare, attraverso l'uso di un computer, tantissime variazioni di un testo e con un senso compiuto, spostando una virgola o utilizzando un sinonimo.

E' attraverso questa formula studiata da uno staff di 'cervelloni' che affiancano il senatore leghista che è stato possibile produrre più di 82 milioni di emendamenti alla riforma costituzionale.

Il sistema è stato utilizzato anche nel passaggio in commissione, dove gli emendamenti presentati erano stati poco più di 500mila, ma da allora la formula è stata perfezionata e ora, dicono nella Lega, è potenzialmente in grado di produrre emendamenti quasi all'infinito e per qualsiasi provvedimento.

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Campidoglio
Grillo: entro due giorni Raggi risolve questione di stadio Roma
Centrosinistra
Entro sabato gruppi ex Pd, pressing per convincere parlamentari
Roma
Grillo: Roma una bomba atomica, che pretendete da M5s?
Governo
Renzi: governo fa cose importanti ma se ne parla poco
Altre sezioni
Salute e Benessere
Carnevale, allarme dermatologi: attenzione a trucchi e maschere
Motori
Man lancia due iniziative per salute e sicurezza degli autisti
Enogastronomia
150 ettari oliveto sul mare a Menfi, prende vita progetto Planeta
Turismo
Boom degli affitti brevi in ambito turistico e non solo (+30%)
Energia e Ambiente
Una legge per istituire la Giornata del risparmio energetico
Moda
A Londra apre una mostra su Lady Diana, icona della moda
Scienza e Innovazione
A Tallinn in Estonia un robot fattorino fa consegne a domicilio
TechnoFun
La Cina leader nel mondo delle app per abbellire i selfie
Sistema Trasporti
Da UNRAE protocollo costruttori-scuole per formare autisti hi-tech