domenica 26 febbraio | 10:04
pubblicato il 13/mar/2014 17:12

Riforme: Kompatscher, clausola salvaguardia per autonomia

(ASCA) - Bolzano, 13 mar 2014 - Una prima valutazione della bozza di disegno di legge del Governo sulle riforme istuzionali e una discussione su come impostare il confronto con l'esecutivo Renzi: sono stati questi i temi prioritari della seduta della Conferenza delle Regioni a Roma, cui ha partecipato il presidente Arno Kompatscher assieme ai colleghi governatori. La bozza del Governo sulla riforma del Titolo V (che regola il rapporto tra Stato e Regioni) e sul nuovo Senato (destinato a diventarte una Camera delle autonomie) e' considerata dalle Regioni la base di partenza su cui ragionare. ''Mercoledi' prossimo ci ritroveremo per approvare un documento unitario con le nostre osservazioni da presentare poi giovedi' al presidente del Consiglio Renzi e alla delegazione di governo'', spiega il presidente Kompatscher. Nel suo intervento in Conferenza delle Regioni Kompatscher ha ribadito l'esigenza di prevedere una clausola di salvaguardia dell'autonomia dell'Alto Adige nell'iter di riforma del Titolo V della Costituzione: ''Questo passaggio e' necessario per non ridurre l'autonomia, per mantenere l'attuale livello e per ampliarlo secondo le proposte avanzate da tempo e discusse con il Governo'', spiega il Presidente della Provincia. Riguardo alla futura Camera delle autonomie che, nella bozza Renzi, dovrebbe soppiantare il Senato, i governatori sono concordi sulla necessita' di una chiara ridefinizione delle competenze tra Stato e Regioni nonche' di un'adeguata rappresentanza delle istituzioni regionali e del territorio nella nuova Camera, in modo che possa svolgere un ruolo effettivo sul modello del Bundesrat tedesco. A margine del vertice il presidente Kompatscher e il collega trentino Ugo Rossi hanno discusso con il governatore della Lombardia Roberto Maroni il tema del residuo fiscale.

Maroni ha concordato sulla volonta' di cercare modalita' di lavoro congiunte tra Regioni virtuose, che possa andare a vantaggio dei rispettivi territori e che possa fungere da modello di buona amministrazione anche per altre realta' regionali.

res/rus

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Pd
Errani lascia Pd: ora nuova avventura, ma ci ritroveremo
Sinistra
Lavoro, scuola, ambiente: abito classico per la sinistra ex Pd
Pd
Pd, Rosato: carte bollate? Emiliano si occupi di contenuti
Governo
Napolitano: equilibrio Gentiloni punto fermo da salvaguardare
Altre sezioni
Salute e Benessere
Fibrosi polmonare idiopatica, al Gemelli seminario internazionale
Motori
L'agricoltura del futuro: Case IH presenta il trattore autonomo
Enogastronomia
Ricerca Gfk: l'identikit dei nuovi consumatori al supermercato
Turismo
Boom degli affitti brevi in ambito turistico e non solo (+30%)
Energia e Ambiente
Progetto Life-Nereide: asfalto silenzioso da materiale riciclato
Moda
Nuova linea ready-to-wear de La Perla: sensuali giacche corsetto
Scienza e Innovazione
Esa, Vega: nel 2018 opportunità di volo per minisatelliti multipli
TechnoFun
Google crea strumento intelligenza artificiale anti-trolls
Sistema Trasporti
Da UNRAE protocollo costruttori-scuole per formare autisti hi-tech