martedì 28 febbraio | 18:27
pubblicato il 29/lug/2014 14:22

Riforme: Fratoianni (Sel), prima risposte governo poi via emendamenti

+++De Petris, basta giochini, dire in Aula i punti su cui disponibili a modifiche+++.

.

(ASCA) - Roma, 29 lug 2014 - ''Sel e' disponibile a discutere e a fare passi avanti fin dalle prossime ore, a patto che il governo ci dia risposte precise e circostanziate sulle questioni che abbiamo sollevato in ordine del ddl sulle riforme, ovvero su referendum leggi popolari, platea per l'elezione del Presidente della Repubblica, cancellazione dell'art.81''. Lo ha detto il coordinatore nazionale Sel, Nicola Fratoianni nel corso della conferenza stampa Sel a Palazzo Madama.

''Il nostro non e' un ricatto - ha sottolineato Fratoianni - il ricatto e' di chi ci dice prima togliete gli emendamenti poi vediamo. Questga e' una condizione irricevibile''.

La capogruppo Sel al Senato, Loredana De Petris ha aggiunto: ''Nessuno puo' continuare a fare giochini. Si dica chiaramente in Aula i punti su cui si e' disponibili a modificare il ddl''.

njb

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Vitalizi
M5s: Boldrini calendarizza nostra proposta su pensioni deputati
L.elettorale
Finocchiaro:indispensabile nuova legge elettorale maggioritaria
Mdp
Nasce gruppo Mdp Camera con 37 deputati, Laforgia presidente
Pd
Battezzati i gruppi Mdp, scissione Pd formalizzata in Parlamento
Altre sezioni
Salute e Benessere
Ricerca, nanocubi per la diagnosi precoce di Alzheimer e Parkinson
Motori
La Turbo S E-Hybrid diventa modello più potente Porsche Panamera
Enogastronomia
Premio Ercole Olivario, in gara 174 etichette da 17 Regioni
Turismo
Favara: apre l'Alba Palace: quattro stelle di cultura e tradizione
Energia e Ambiente
E.ON:Per 6 italiani su 10 ideale per la casa è l'energia solare
Moda
Nuova linea ready-to-wear de La Perla: sensuali giacche corsetto
Scienza e Innovazione
Spazio, ExoMars: Tgo si prepara a nuovi test degli strumenti
TechnoFun
Google crea strumento intelligenza artificiale anti-trolls
Sistema Trasporti
Da UNRAE protocollo costruttori-scuole per formare autisti hi-tech