giovedì 23 febbraio | 00:32
pubblicato il 13/dic/2013 18:22

Riforme: Franceschini, politica fragile, stavolta niente alternative

Riforme: Franceschini, politica fragile, stavolta niente alternative

di Angelo Mina. (ASCA) - Roma, 13 dic - E' la volta buona. La politica e' cosi' fragile che non si puo' permettere alternative: le riforme istituzionali e una nuova legge elettorale sono una via obbligata. Ad affermarlo e' il ministro per i Rapporti col Parlamento, Dario Franceschini, intervistato dall'Asca. Franceschini, per quanto riguarda la legge elettorale, sostiene che per permettere il raggiungimento della stabilita' e della governabilita' l'unico efficace e' un sistema a doppio turno e realisticamente ne indica uno di coalizione, andando cosi' oltre la proposta di doppio turno di collegio, avanzata dal suo partito. D - Un passaggio fondamentale per il Paese sono le riforme istituzionali. Quante probabilita' da' alla riforma che sul serio dovrebbe segnare il passaggio alla seconda Repubblica?. FRANCESCHINI - ''Come capita nelle vicende politiche, a volte le situazioni di fragilita' - e noi siamo in una oggettiva situazione di fragilita', con un governo di larghe intese e l'assenza di una maggioranza politica che ha vinto le elezioni - accadono cose che non sono potute accadere quando il quadro sembrava piu' facile. Sulle riforme costituzionali veniamo da vent'anni di tragici fallimenti. Molte parole e pochi fatti. Io penso che ci sia veramente la consapevolezza che questa sia l'ultima opportunita'. Poi la credibilita' della classe politica cadrebbe ancora di piu' e il sistema politico italiano sarebbe condannato alla lentezza in un mondo che va sempre piu' veloce. Per questo penso che se non si pongono obbiettivi enormi difficilmente raggiungibili, ma se si pongono obiettivi importanti ma concretamente raggiungibili, il 2014 puo' diventare l'anno delle riforme. E per obiettivi raggiungibili intendo un sistema monocamerale con una sola camera elettiva e l'altra, la camera delle regioni, non elettiva, e una legge elettorale che dia stabilita' e governabilita' anche in un quadro politico che si e' scomposto e in cui nessun schieramento raggiunge il 30 per cento. Non sono due piccole cose, sono due cose in grado di cambiare profondamente lo scenario istituzionale italiano e mettere in condizione, chi vincera' le elezioni future, di riuscire a governare''. D - Molto dipendera' quindi dalla scelta per la legge elettorale. Ma si riuscira' a fare la riforma? Realisticamente qual e' secondo lei quella possibile?. FRANCESCHINI - ''Naturalmente la legge elettorale, che e' una regola che riguarda tutti, maggioranza e opposizioni, va scritta con l'arco di forze il piu' largo possibile. Possibilmente piu' largo dell'attuale maggioranza, ma ovviamente partendo da questa maggioranza, con un'intesa all'interno di questa maggioranza. In uno scenario politico che non e' piu' quello degli anni passati con due schieramenti sopra il 40 per cento - ma che e' diventato uno scenario almeno tripolare, in cui gli schieramenti raggiungono a fatica il 30 per cento - penso che bisogna immaginare una legge elettorale che consenta di avere un vincitore che governa senza forzare le regole. L'unico sistema che porta a questo risultato -e lasciamo stare a chi conviene perche' e' impossibile saperlo- e' un sistema a doppio turno. Io preferisco un doppio turno di collegio che e' piu' trasparente e piu' chiaro, alla francese, ma penso che anche un doppio turno di coalizione consenta di dare governabilita' al paese''. min/vlm

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Campidoglio
Grillo: entro due giorni Raggi risolve questione di stadio Roma
Centrosinistra
Entro sabato gruppi ex Pd, pressing per convincere parlamentari
Roma
Grillo: Roma una bomba atomica, che pretendete da M5s?
Governo
Renzi: governo fa cose importanti ma se ne parla poco
Altre sezioni
Salute e Benessere
Carnevale, allarme dermatologi: attenzione a trucchi e maschere
Motori
Man lancia due iniziative per salute e sicurezza degli autisti
Enogastronomia
150 ettari oliveto sul mare a Menfi, prende vita progetto Planeta
Turismo
Boom degli affitti brevi in ambito turistico e non solo (+30%)
Energia e Ambiente
Una legge per istituire la Giornata del risparmio energetico
Moda
A Londra apre una mostra su Lady Diana, icona della moda
Scienza e Innovazione
Nasa: scoperti sette esopianeti simili alla Terra
TechnoFun
La Cina leader nel mondo delle app per abbellire i selfie
Sistema Trasporti
Da UNRAE protocollo costruttori-scuole per formare autisti hi-tech