martedì 24 gennaio | 01:59
pubblicato il 15/lug/2014 20:08

Riforme: emendamenti Ncd su bilancio, partecipate e riparto competenze

(ASCA) - Roma, 15 lug 2014 - ''In vista dei lavori in Aula al Senato il Nuovo Centrodestra propone pochi e qualificati emendamenti per superare alcune criticita' e perfezionare ulteriormente l'impianto''. Lo si legge in una nota del partito di Angelino Alfano dove si spiegano gli emendamenti, chiedendo: che al Senato non sia attribuito un ruolo determinante e potenzialmente interdittivo nella definizione delle leggi di bilancio affinche', in assenza del vincolo di fiducia con il governo, tale ruolo non venga esercitato attraverso la leva della spesa pubblica; che possano essere create societa' partecipate o municipalizzate per la gestione dei servizi pubblici solo laddove il servizio non possa essere erogato da privati a un costo inferiore o uguale; venga ulteriormente dissipata qualsiasi 'zona grigia' nella ripartizione delle competenze fra Stato e Regioni: in tal senso, si propone che le competenze in materia di lavoro, ambiente, protezione civile, incolumita' e sicurezza pubblica, siano attribuite allo Stato; che in caso di grave dissesto finanziario le Regioni, le Citta' metropolitane e i Comuni siano obbligatoriamente sottoposti a commissariamento; che la clausola di supremazia possa essere esercitata dallo Stato anche a geometria variabile. Cio' implica che l'avocazione di una materia da parte dello Stato per ragioni di interesse nazionale possa riguardare anche solo alcune Regioni, senza che le investa necessariamente tutte laddove non ne ricorra l'esigenza; che mediante legge bicamerale siano determinate le dimensioni minime di popolazione dei Comuni e delle associazioni di Comuni per la gestione di tutte le funzioni fondamentali; che l'elezione dei senatori da parte dei Consigli regionali avvenga mediante voto di lista ma anche di preferenza, e non con listini bloccati; che, infine, anche in caso di raggiungimento della maggioranza dei due terzi, la riforma sia comunque sottoposta a referendum confermativo.

Il Nuovo Centrodestra ricorda che ''ha fin qui contribuito in maniera determinante al miglioramento del testo di riforma del bicameralismo e del Titolo V nel corso dei lavori in Commissione. In particolare, rispetto al testo originario del governo, e' stata completamente rivista la composizione del Senato, ridimensionando drasticamente il numero dei nominati, introducendo la rappresentanza delle Regioni in proporzione agli abitanti e riequilibrando la presenza di sindaci e rappresentanti delle Regioni in ragione della funzione legislativa di queste ultime e dell'esigenza che il Senato diventi finalmente quella camera di compensazione che e' mancata al Titolo V del 2001 e la cui assenza tanti problemi ha determinato. Inoltre, fra gli obiettivi gia' raggiunti da Ncd vi e' l'inserimento in Costituzione dei costi e fabbisogni standard quale criterio di efficienza per regolare la spesa pubblica''.

com-fdv

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Pd
Pd nega tensione Renzi-Gentiloni su Agcom:non c'è inciucio con Fi
Conti pubblici
Berlusconi: nuova manovra? Rimasti conti da pagare di Renzi
M5s
Di Maio: né Salvini né Meloni, non facciamo alleanze
L.elettorale
Salvini: Consulta deve consentire di andare a elezioni a maggio
Altre sezioni
Salute e Benessere
Digital Magics cede partecipazione in ProfumeriaWeb a Free Bird
Motori
John Lennon, all'asta la sua Mercedes-Benz 230SL Roadster
Enogastronomia
Tutti a Montefalco per l'Anteprima Sagrantino
Turismo
Alla scoperta di Piacenza con Sorgentedelvino Live
Energia e Ambiente
Pericolo estinzione per il 60% di tutte le specie di primati
Moda
Moda Parigi, l'eleganza rilassata dell'uomo Louis Vuitton
Scienza e Innovazione
Sugli sci trainati dal drone: arriva il droneboarding
TechnoFun
Cyber attacchi, dal 2001 in Italia hackerati 12mila siti web
Sistema Trasporti
Confermato avvio lavori di interconnessione tra Brebemi e A4