mercoledì 18 gennaio | 17:59
pubblicato il 09/lug/2014 10:47

Riforme: dissidenti chiedono piu' tempo. Aula slitti almeno 1 settimana

(ASCA) - Roma, 9 lug 2014 - Almeno una settimana. E' questa la richiesta che giunge dai senatori dissidenti circa l'avvio in Aula dell'esame del ddl sulle riforme, dopo che la presidente della commissione Affari costituzionali, Anna Finocchiaro ha chiesto in Aula il rinvio dell'incardinamento del provvedimento, previsto dal calendario per oggi, poiche' i lavori della commissione ''si concluderanno entro oggi''.

Nel dibattito che ne e' seguito i senatori e i gruppi ''non allineati'' hanno espresso la richiesta di uno slittamento di piu' ampio respiro, per consentire i dovuti approfondimenti. Per prima e' itnervenuta la capogruppo Sel, Loredana De Petris: ''Non e' una riforma di piccola portata, e' una modifica della Costituzione e ogni senatore ha il diritto, oltre che il dovere di valutare pienamente il provvvedimento - ha detto -. Chiedo lo spostamento a mercoledi' della prossima settimana (il 16 luglio, ndr) l'inizio della discussione generale e un tempo congruo per presentare gli emendamenti. E sottolineo anche - ha quindi aggiunto - che i lavori non sono stati ritardati dal presunto ostruzionismo di alcuni senatori, ma per la complessita' della discussione. Si rischia altrimenti di fare una riforma non seria''.

Il capogruppo M5S, Maurizio Buccarella ha sollecitato invece uno slittamento di una settimana dell'avvio della discussione in Aula e aggiunge: ''Chiedo inoltre che venga non solo richiesto ma imposto un tempo congruo, quanto meno di una settimana, per poter ragionare sugli emendamenti da presentare in Aula. L'accelerazione imposta e' inaccettabile''.

Il senatore PI, Tito Di Maggio ha osservato che ''fino ad oggi questo Senato c'e''' e ha diritto di lavorare. ''Avrei preferito che il Presidente della Repubblica avesse fatto anche un appello non solo per portare a compimento le riforme ma perche' venissero rispettate le procedure, che sono sostanza'' ha aggiunto.

Domenico Scilipoti di Fi ha osservato che ''le riforme vanno fatte ma vanno fatte bene'' non in modo ''compromettente per il nostro Paese''.

Da Gal il capogruppo Mario Ferrara ha rimarcato la necessita' che il ddl sulle riforme sia ''meglio meditato e piu' puntualmente esaminato''. ''In quest'Aula dovremo parlare del futuro e della nuova democrazia dello Stato''.

Invece, ha proseguito ''quello che si preannuncia e' che alla Camera sara' fatto quello che noi non abbiamo avuto il coraggio di fare''.

Dal canto suo Enrico Buemi (Psi) ha richaimato una volta di piu' la necessita' di ''ragionare in modo pacato e compiuto del futuro del Paese. Serve la garanzia di tempi congrui per una discussione seria in quest'Aula e fuori''. Il senatore Pd, Paolo Corsini, parlando a titolo personale, come ha piu' volte rimarcato, ha riconosciuto come ''fondate le argomentazioni di alcuni senatori che hanno sottolineato la necessita' che l'assembela si prenda tutto il tempo disponibile per una valutazione seria e ponderata'' dei testi che usciranno dalla commissione. ''Non c'a' alcuna volonta' dilatoria. ha quindi assicurato - servono tempi congrui. Mi appello al senso di responsabilita' del presidente Grasso''.

njb

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Ue
Presidenza Europarlamento: al ballottaggio Tajani e Pittella
Fca
Fca,Gentiloni a Merkel: omologazione spetta a autorità italiane
Terremoti
Terremoto, Boschi segue situazione. In contatto con Curcio e Errani
Pd
Renzi a Napoli e Scampia: lontano da flash, vicino a difficoltà
Altre sezioni
Salute e Benessere
"Guarda che bello", quando gli occhi dei bimbi si curano con gioia
Motori
Moto, Ducati e Diesel insieme per una Diavel post-apocalittica
Enogastronomia
Alla Luiss il primo corso di alimentazione sostenibile
Turismo
Da Bookingfax una App per riportare turisti in Agenzia di viaggio
Energia e Ambiente
Leader mondiali dell'industria danno vita all'Hydrogen Council
Moda
Moda, dopo Milano Brandamour apre uno show room anche a New York
Scienza e Innovazione
"L'Ara com'era", il racconto dell'Ara Pacis diventa più immersivo
TechnoFun
Rischi del web, ecco le 8 truffe che colpiscono gli italiani
Sistema Trasporti
Gb, arrivato a Londra primo treno merci proveniente dalla Cina