domenica 11 dicembre | 00:06
pubblicato il 29/mag/2013 16:28

Riforme: Dellai, Scelta Civica vota mozione maggioranza

(ASCA) - Roma, 29 mag - ''Scelta Civica votera' convintamente - nonostante alcune perplessita' ben riassunte negli interventi in Aula dei colleghi - la mozione di maggioranza sulle riforme e non votera' di conseguenza per altre mozioni che siano politicamente in contrasto con l'intesa faticosamente raggiunta. Tale atteggiamento e' motivato dal senso di responsabilita' e fiducia sul lavoro che si potra' fare assieme nei prossimi mesi. Una cosa deve pero' essere chiara: in nessun caso e per nessun motivo si potra' tornare al voto con l'attuale sistema elettorale. Scelta Civica, se da un lato ha concorso con realismo a raggiungere il compromesso rappresentato dalla mozione di maggioranza, dall'altro non avra' difficolta', in caso di ricorso al voto prima del compimento del processo di riforma costituzionale ed in presenza di inerzia o di furbizie di parti della coalizione, a dare il proprio convinto apporto a una legge di riforma elettorale proposta e sostenuta da chicchessia, a condizione che superi i tre punti inaccettabili del sistema attuale: premio di maggioranza sproporzionato alla Camera; irrazionalita' del premio di maggioranza al Senato; inesistenza del necessario rapporto tra elettore ed eletto''.

Lo dichiara in una nota il presidente del gruppo Scelta Civica alla Camera, Lorenzo Dellai. ''Chiunque - sottolinea Dellai - dovrebbe capire, al di la delle proprie opinioni nel merito, che, in questa fase di avvio del governo Letta e di varo del percorso di riforma costituzionale, l'approvazione di una risoluzione in tema di legge elettorale con una maggioranza diversa da quella che sostiene il governo determinerebbe la rottura di questa gia' fragile esperienza di larga coalizione, dalla quale il Paese si attende ora non fratture ma provvedimenti concreti ed urgenti per il lavoro e lo sviluppo. Ma, per l'appunto, cio' non vuol dire archiviare la questione o rinunciare alla vigilanza operosa e neppure a decisioni che oggi sarebbero irresponsabili verso la coalizione ma in altre circostanze sarebbero invece segno obbligato di responsabilita' verso i cittadini''.

com/vlm

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Governo
Di Battista:risponderemo a colpi piazza a tentativo fermare M5s
Governo
Di Maio: no a Gentiloni o altro Avatar per salvare la banca Pd
Governo
Renzi al Pd esclude restare,Gentiloni tiene ma partita non chiusa
Governo
Speranza al Pd: indispensabile una scelta di discontinuità
Altre sezioni
Salute e Benessere
Orecchie a sventola, clip rivoluziona intervento chirurgico
Enogastronomia
Furono i sardi i primi a produrre vino nel Mediterraneo
Turismo
Confesercenti: alberghi prenotati al 75% per Ponte Immacolata
Lifestyle
Giochi, Agimeg: nel 2016 raccolta supera i 94 miliardi (+7,3%)
Moda
Per Herno nuovo flagship store a Seoul
Sostenibilità
All'Isola della Sostenibilità il mondo dell'economia circolare
Efficienza energetica
Natale 2016, focus risparmio energetico e trionfo regalo Hi-tech
Scienza e Innovazione
Le tecnologie spaziali che aiutano la sostenibilità
Motori
Flash Mob ai Fori per Amatrice con la Ferrari del record in Cina