martedì 17 gennaio | 14:02
pubblicato il 20/giu/2014 14:57

Riforme: delegazione Pd estero incontra Boschi

(ASCA) - Roma, 20 giu 2014 - ''Dal ministro Boschi abbiamo avuto le conferme e le rassicurazioni che ci aspettavamo: l'imprescindibilita' del voto dei cittadini italiani all'estero, l'effettivo esercizio di questo diritto attraverso riforma e messa in sicurezza del sistema e la permanenza della Circoscrizione estero''. E' quanto si legge in una nota dell'ufficio italiani nel mondo del PD.

Sono questi gli elementi chiave della riunione informativa che si e' svolta ieri, nell'ambito delle ''consultazioni'' del ministro Boschi sulle riforme costituzionali.

Consultazioni che hanno visto il coinvolgimento di una delegazione del PD all'estero, composta dal Responsabile italiani nel mondo Eugenio Marino e dai parlamentari Fedi, Giacobbe, La Marca, Micheloni, Porta e Turano (Garavini e Farina erano in missione all'estero).

''Al ministro Boschi - prosegue la nota - abbiamo confermato la volonta' politica, pur nell'articolazione delle singole posizioni e del principio di maggioranza interno, di lavorare al superamento del bicameralismo perfetto nell'ambito dell'impianto proposto dal Governo e mediato insieme agli altri interlocutori politici e abbiamo sottolineato i punti nodali e imprescindibili dei diritti di elettorato attivo e passivo degli italiani nel mondo di cui la riforma deve tener conto. Il Ministro dopo averci informato sugli esiti degli altri incontri avuti in mattinata e delle proposte che saranno contenute negli emendamenti che la riforma prevedera' in Parlamento, ha confermato come il diritto di voto degli italiani nel mondo non solo non e' in discussione, ma verra' messo in sicurezza partendo dalla proposta di riforma Speranza e Zanda gia' presentata dal PD e firmata da quasi tutti i gruppi parlamentari, che sara' anche integrata con l'introduzione del diritto di voto dei temporaneamente all'estero e degli erasmus, tenendo conto anche qui delle proposte gia' presenti in Parlamento''.

''Per quanto riguarda la composizione del nuovo Senato - continua la nota - il ministro Boschi ha spiegato come siano stati fatti notevoli passi avanti insieme agli altri gruppi parlamentari e come questa Camera si configurera', anche dopo la presentazione degli emendamenti dei relatori, come luogo delle autonomie territoriali con competenze legate alle istituzioni locali, nella quale e' difficile immaginare una presenza degli italiani nel mondo, poiche' all'estero non esistono, ne' sono riproducibili, istituzioni con competenze legislative territoriali. In questo quadro quindi l'incontro e' stato positivo poiche' si e' ribadita da entrambe le parti la pienezza dell'elettorato attivo e passivo degli italiani all'estero e la certezza dell'esercizio di questo diritto''.

com/vlm

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Conti pubblici
Ue sollecita manovra correttiva. Gentiloni vede Padoan
Quirinale
Mattarella da oggi in Grecia in visita ufficiale
Centrodestra
Salvini sfida Berlusconi su leadership. Cav: io ancora decisivo
Conti pubblici
Di Maio: Renzi ha indebitato l'Italia, noi paghiamo il conto
Altre sezioni
Salute e Benessere
Salute: nuovi Lea in arrivo. In vigore dopo pubblicazione su G.U.
Motori
Vola il mercato dell'auto nel 2016, crescita a due cifre per Fca
Enogastronomia
In Cina il liquore invecchia nelle canne di bambù
Turismo
Nel 2016 Roma è stata la meta italiana preferita dagli europei
Energia e Ambiente
L'Enel porta energia "verde" all'ambasciata italiana di Abu Dhabi
Moda
Moda Milano, guardaroba Trussardi per l'uomo s'ispira ai tarocchi
Scienza e Innovazione
Spazio, quando Cernan disse: un sognatore tornerà sulla Luna
TechnoFun
Rischi del web, ecco le 8 truffe che colpiscono gli italiani
Sistema Trasporti
Dal 26 marzo al via i nuovi voli da Milano-Malpensa