venerdì 20 gennaio | 17:28
pubblicato il 06/giu/2012 20:45

Riforme/ Da domani l'esame in aula, il Senato le vota giovedì 14

Primo voto domani su pregiudiziali, il resto prossima settimana

Riforme/ Da domani l'esame in aula, il Senato le vota giovedì 14

Roma, 6 giu. (askanews) - Al via domani, in Aula al Senato, la lunga corsa parlamentare del ddl che dovrebbe portare a profonde modifiche della Costituzione. L'emiciclo, nella tarda mattinata, affronterà infatti i voti sulle pregiudiziali al testo Vizzini varato in commissione Affari Costituzionali di palazzo Madama con l'accordo di Pdl, Pd e Udc. Poi, secondo quanto stabilito dalla capigruppo del Senato, la discussione entrerà nel vivo la prossima settimana, quando potrebbe arrivare anche la serie di emendamenti del Pdl mirati a introdurre anche nella Carta italiana il semi-presidenzialismo alla francese. Secondo quanto stabilito dalla capigruppo, il voto finale sul ddl costituzionale sarà giovedì 14 giugno. Sempre domani mattina, l'Aula del Senato concluderà anche l'esame del ddl sulla spending review.

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Craxi
Berlusconi: mi manca Craxi, è stato vittima di un golpe
Pd
Pd, correnti in tensione su voto subito e leadership Renzi
Terremoto
M5s cancella mobilitazione giorno decisione Consulta su Italicum
Pd
Pd, Renzi al Nazareno incontra big del partito
Altre sezioni
Salute e Benessere
Asma e Bpco, 15% italiani soffre malattie respiratorie persistenti
Motori
Audi, 8 milioni di vetture prodotte con la trazione "quattro"
Enogastronomia
Formaggi, yogurt, mozzarelle: ora obbligatorio indicare l'origine dellatte
Turismo
Via in Uruguay i 40 giorni del carnevale, il più lungo del mondo
Energia e Ambiente
Pericolo estinzione per il 60% di tutte le specie di primati
Moda
Moda Parigi, l'eleganza rilassata dell'uomo Louis Vuitton
Scienza e Innovazione
Spazio: da Cassini primo piano per Dafni, piccola luna di Saturno
TechnoFun
Cyber attacchi, dal 2001 in Italia hackerati 12mila siti web
Sistema Trasporti
Tpl, Sorte: anche per Delrio la Lombardia è modello da seguire