lunedì 05 dicembre | 13:27
pubblicato il 10/giu/2014 19:33

Riforme: D'Ali' (Ncd), deposita emendamenti per accorpamento regioni

Riforme: D'Ali' (Ncd), deposita emendamenti per accorpamento regioni

(ASCA) - Roma, 10 giu 2014 - ''Una vera riforma strutturale della spesa pubblica nel nostro Paese non potra' mai aversi se non entrando nel merito delle istituzioni preposte al governo del territorio''. Lo dice il senatore, Antonio D'Ali', capogruppo per il Nuovo CentroDestra in Commissione Bilancio, illustrando i suoi emendamenti al disegno di legge costituzionale per la modifica dell'articolo V. ''Sono troppe e troppo potenti 20 regioni, sono troppi 8200 comuni - spiega D'Ali' - e ancora da definire un nuovo concetto di 'area vasta' che veramente rappresenti aree territorialmente omogenee. Il titolo V deve prevedere non piu' di 6 regioni e 3 aree metropolitane, Napoli, Roma e Milano, e conseguentemente tagliare l'enorme numero di enti collegati, di apparati politici e burocratici che oggi soffocano i cittadini in una continua lievitazione della pressione fiscale e dei costi dei servizi essenziali''. ''E' un'opportunita' quella che oggi si presenta in questa legislatura - dice D'Ali'- per una complessiva riforma del governo del Paese, non solo centrale, che non possiamo lasciarci sfuggire limitando il dibattito al solo bicameralismo e alle sue modifiche. Appassionerebbe certamente di piu' gli italiani un vero processo di riforme strutturali del governo del territorio che diminuisca non solo i circa 1400 consiglieri regionali che oggi occupano 20 parlamentini, ma anche tutti gli apparati a loro collegati''.

''Ai colleghi chiedo - continua D'Ali' - di respingere le pressioni del livello politico regionale, che vuole conservare l'assetto attuale e quindi non cambiare nulla. In subordine si potra', per estrema ratio, prevedere che le Regioni possano loro stesse accorparsi, su una base demografica non inferiore ai 5 milioni di utenti, per quanto riguarda diversi servizi essenziali: sanita', trasporto pubblico locale, gestione rifiuti e cosi' via''. ''Con un altro emendamento presentato - annuncia D'Ali' - ho poi proposto di introdurre nello statuto della Regione Siciliana l'istituto della 'sfiducia costruttiva', che puo' essere applicato per una sola volta nel corso di ogni legislatura''. ''Queste proposte - conclude il senatore Ncd - ho precisato di averle presentate a titolo personale, nell'ambito dell'autonomia e liberta' di pensiero che un parlamentare e' tenuto a osservare e che il Nuovo CentroDestra riconosce a ciascuno dei propri esponenti''. com-njb

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Riforme
Referendum, Di Maio: da domani al lavoro per futuro governo M5s
Riforme
Referendum, Renzi: ho perso io e mi dimetto, ma senza rimorsi
Riforme
Referendum,Si:respinti rappresentanti no a scrutinio voto estero
Riforme
Referendum, Grillo: addio Renzi, ha vinto la democrazia
Altre sezioni
Salute e Benessere
Sifo: in Italia 4 milioni di depressi. Ma solo 1 su 3 si cura
Enogastronomia
Nasce il Movimento Turismo dell'Olio
Turismo
Turismo, Franceschini: il 2017 sarà l'Anno dei Borghi
Lifestyle
Yocci, il Re della Torta di Carote e... il modo di essere
Moda
Gli angeli sexy di Victoria's Secret sfilano a Parigi
Sostenibilità
Smart City, modello Milano grazie a ruolo utilities
Efficienza energetica
Pesticidi: una minaccia per le api, colpito anche l'olfatto
Scienza e Innovazione
Ministeriale Esa, Battiston (Asi): l'Italia è molto soddisfatta
Motori
Audi A3 compie 20 anni, 3 generazioni e 4 milioni di esemplari