martedì 06 dicembre | 09:52
pubblicato il 12/ott/2013 11:30

Riforme: Cuperlo, Carta e' bibbia laica ma seconda parte puo' cambiare

Riforme: Cuperlo, Carta e' bibbia laica ma seconda parte puo' cambiare

(ASCA) - Roma, 12 ott - ''Per formazione e per cultura politica considero la Costituzione come la bibbia laica del nostro vivere comune. Nella sua prima parte, nei principi fondamentali, e' scolpita non solo la storia nobile che abbiamo alle spalle, ma la parte migliore di noi, l'orizzonte ideale e umano cui tendere ancora e costantemente. Credo che chiunque si professi oggi difensore di quella Carta e della sua 'promessa'di civilta' non possa respingere a priori l'idea che ci siano strade diverse per avvicinare quell'orizzonte.''. Lo ha scritto oggi sull'Unita' Gianni Cuperlo, candidato alla segreteria del Pd, in merito alla manifestazione di oggi a Roma in difesa della Costituzione, promossa fra gli altri da Stefano Rodota' ed il segretario della Fiom, Maurizio Landini.

Secondo Cuperlo ''e' importante che la discussione sulla riforma dell'ordinamento dello Stato, cioe' della seconda parte della Costituzione, sia l'occasione di una riflessione corale e serena su come l'organizzazione delle istituzioni puo' creare le condizioni migliori per la concreta affermazione dei principi fondamentali in un tempo nuovo e proiettarne la forza profetica nei decenni che abbiamo di fronte. Il cambiamento della parte ordinamentale non puo' essere un tabu' in un momento in cui il Paese vive una crisi drammatica nella quale anche l'assetto istituzionale ha giocato un ruolo non piccolo nell'allontanare il Paese dalla frontiera della modernita'. Tocca a noi - ha aggiunto - dire quali istituzioni e quali poteri servono all'Italia di oggi e di domani''.

''Le polemiche che hanno accompagnato l'iniziativa ''Costituzione, la via maestra'' fanno doppiamente male. Da un lato perche' tra gli organizzatori ci sono alcuni tra coloro che ho avuto maestri nella scoperta della bellezza e della luminosita' di quella Carta, dall'altra perche' piu' d'ogni altra cosa temo la frattura, l'incomprensione tra coloro che vogliono difenderla. L'unita' del popolo che ama la Costituzione - ha aggiunto Cuperlo - e' un valore da preservare ed e' per questo che penso sia giusto aderire solo a iniziative che rispecchiano questo intento. Credo sia questo l'unico modo per dare forza a quell'amore e allargare la fede in quei principi e valori, proiettarli nel futuro e nella vita quotidiana di milioni di persone, farne 'senso comune' per le nuove generazioni cresciute in una terra di nessuno - questo sono stati gli ultimi venti anni - che deve diventare finalmente terra di tutti. Questo e' il tempo per farlo'', ha concluso. com-brm/mar/ss

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Riforme
Italicum a rischio, è già dibattito sulla nuova legge elettorale
Riforme
Dopo il voto Renzi dimissionario al Colle. Mattarella arbitro
Governo
M5S vuole il voto subito. Ma Di Maio premier non convince tutti
Governo
Stamattina colloquio informale Mattarella-Renzi al Quirinale
Altre sezioni
Salute e Benessere
Diabete, arriva in Italia penna con concentrazione doppia insulina

Roma, 5 dic. (askanews) - Un'iniezione "morbida", più facile, e una penna con il doppio delle unità di insulina disponibili per ridurre il numero di device da gestire: un...

Enogastronomia
Festa a Roma con Heinz Beck per i 30 anni del Gambero Rosso
Turismo
Eden Travel Group, il SalvaVacanza spinge l'advance booking
Lifestyle
Giochi, Agimeg: nel 2016 raccolta supera i 94 miliardi (+7,3%)
Moda
Gli angeli sexy di Victoria's Secret sfilano a Parigi
Sostenibilità
Smart City, modello Milano grazie a ruolo utilities
Efficienza energetica
Pesticidi: una minaccia per le api, colpito anche l'olfatto
Scienza e Innovazione
Spazio, nuovo successo per il razzo italiano Vega
Motori
Audi A3 compie 20 anni, 3 generazioni e 4 milioni di esemplari