lunedì 05 dicembre | 13:53
pubblicato il 07/mag/2014 13:42

Riforme: Chiti, c'e' maggioranza su elettivita' senatori

Riforme: Chiti, c'e' maggioranza su elettivita' senatori

(ASCA) - Roma, 7 mag 2014 - ''E' ancora aperta la strada per realizzare, con un'ampia condivisione politica, una riforma costituzionale che superi il bicameralismo perfetto''. Lo afferma in una nota il senatore del Pd Vannino Chiti. ''Il Senato - aggiunge Chiti - deve svolgere funzioni di garanzia oltre che di rappresentanza dei territori; avere competenze paritarie con la Camera su Costituzione, leggi elettorali e referendum, ordinamenti dell'U.E., diritti civili e politici fondamentali. Sono importanti le funzioni di controllo su politiche pubbliche e nomine, altrettanto la possibilita' di ricorso alla Corte Costituzionale su leggi approvate dalla Camera, prima della loro entrata in vigore''.

''La Camera dei Deputati - prosegue Chiti - avra' l'esclusivita' del rapporto fiduciario con i governi e l'ultima parola sulla gran parte delle leggi. I lavori della commissione confermano che la nostra proposta sul diritto di voto dei cittadini per la scelta dei senatori, in concomitanza con le elezioni regionali, e' maggioritaria. Il nostro impegno, con la presentazione di un ddl firmato da 37 senatori, e' stato quello di dare un contributo alle riforme, cercando di impedire una contrapposizione sterile, il cui solo esito sarebbe la sconfitta del disegno riformatore. Ora intendiamo realizzare, attraverso emendamenti ricavabili dal nostro ddl, un impianto coerente di rinnovamento del Parlamento, drastica riduzione del numero di deputati e senatori, paritaria rappresentanza di genere, abbattimento dei costi della politica. Lavoreremo anche per cambiare profondamente l'Italicum''. ''Il successo della riforma, alla quale teniamo e di cui la democrazia italiana ha bisogno, richiede che il governo faccia rigorosamente la sua parte, senza pretesa di porre un proprio sigillo. Sulla Costituzione - conclude il senatore democratico - e' centrale il Parlamento e l'ultima parola dovra' spettare con il referendum ai cittadini''. com-njb/red/rob

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Riforme
Referendum, Di Maio: da domani al lavoro per futuro governo M5s
Riforme
Referendum, Renzi: ho perso io e mi dimetto, ma senza rimorsi
Riforme
Referendum,Si:respinti rappresentanti no a scrutinio voto estero
Riforme
Referendum, Grillo: addio Renzi, ha vinto la democrazia
Altre sezioni
Salute e Benessere
Sifo: in Italia 4 milioni di depressi. Ma solo 1 su 3 si cura
Enogastronomia
Festa a Roma con Heinz Beck per i 30 anni del Gambero Rosso
Turismo
Turismo, Franceschini: il 2017 sarà l'Anno dei Borghi
Lifestyle
Yocci, il Re della Torta di Carote e... il modo di essere
Moda
Gli angeli sexy di Victoria's Secret sfilano a Parigi
Sostenibilità
Smart City, modello Milano grazie a ruolo utilities
Efficienza energetica
Pesticidi: una minaccia per le api, colpito anche l'olfatto
Scienza e Innovazione
Ministeriale Esa, Battiston (Asi): l'Italia è molto soddisfatta
Motori
Audi A3 compie 20 anni, 3 generazioni e 4 milioni di esemplari