martedì 21 febbraio | 11:19
pubblicato il 07/giu/2013 17:17

Riforme: Ceccanti, serve un 'Frecciarossa' ora siamo su treno locale

Riforme: Ceccanti, serve un 'Frecciarossa' ora siamo su treno locale

(ASCA) - Roma, 7 giu - ''Noi 35 siamo dei facilitatori, poi saranno i parlamentari a decidere'': cosi'' Stefano Ceccanti, costituzionalista e componente della Commissione dei saggi per le riforme, oggi al programma di Radio2 'Un Giorno da Pecora'. Quanto sara' il vostro stipendio? ''Non ci pagano, siamo gia' pagati per il nostro lavoro pubblico, nel mio caso di professore universitario'', spiega Ceccanti.

Cosa ne pensa del cronoprogramma di Quagliariello, che prevede di chiudere l'iter delle rifome in 18 mesi? ''Mi sembra ragionevole, tenendo conto che la Costituzione italiana, per intero, e' stata fatta in 18 mesi''. Lei e' stato senatore del PD, perche' non si e' ricandidato? ''Non sono stato ricandidato -precisa il professore-, una secondo legislatura pero' l'avrei fatta''. Lei crede che la priorita' per i cittadini sia cambiare la Costituzione? ''Io credo -spiega Ceccanti- che oggi le persone si trovano come su un treno e aspettano di poter scendere alla stazione giusta che risolva i loro problemi'' E in questo contesto, voi come vi ponete? ''Noi vogliamo far scendere le persone da un treno e portarle su un altro che li faccia arrivare alla destinazione che si aspettano. Ci vorrebbe un Frecciarossa, ma noi ora siamo su una linea locale periferica''. Come definirebbe, metaforicamente, la situazione in cui vi trovate a lavorare? ''Direi che l'uovo e' la legge elettorale, la gallina e' la riforma costituzionale. Il problema e' che spesso quando si vanno a fare piccole riforme, non si riesce a fare nulla, mentre paradossalmente con una grande riforma, che cambia molto, si puo' fare meglio. Insomma, in questo caso serve prima la gallina che l'uovo''. Come giudica l'attuale ruolo del Presidente della Repubblica rispetto alla Costituzione? ''La Costituzione fa funzionare il Presidente della Repubblica come una sorta di motorino d'avviamento, quando non ti parte: lo usi, scaldi il motore, e poi parti. Ma il fatto e' che oggi il motore principale, dato dal sistema dei partiti, e' morto''. Quando crede che potreste riunirvi? ''Direi verso il fine settimana, magari dalla mattina alle dieci alle otto di sera''. Secondo lei, quando finirete il vostro lavoro? ''Potremmo anche finire a settembre'', ha concluso Ceccanti.

min

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
M5s
Vertici M5s a Roma, possibile incontro Grillo-Raggi in Campidoglio
Pd
Enrico Letta: Pd non può finire così, attonito da cupio dissolvi
Pd
Ultime ore per arginare la scissione nel Pd, occhi su Emiliano
Pd
Pd, Rossi: nasceranno nuovi gruppi parlamentari pro governo
Altre sezioni
Salute e Benessere
Ordini Medici: pubblicità sanitaria selvaggia è allarme sociale
Motori
BMW presenta la nuova Serie 5 berlina
Enogastronomia
Verona Fiere, Evoo Days, al via il primo forum per filiera olio
Turismo
Lourdes, destinazione turistica a 360 gradi
Energia e Ambiente
Premio ai Vigili del fuoco per i voli su Amatrice e Rigopiano
Moda
Il business della Moda porta a Milano 1,7 miliardi al mese
Scienza e Innovazione
Onde gravitazionali, inaugurato a Cascina l'Advanced Virgo
TechnoFun
Eutelsat a quota 1000 canali HD trasmessi su propria flotta
Sistema Trasporti
Il mondo in coda: strade sempre più trafficate, anche in Italia