domenica 19 febbraio | 16:21
pubblicato il 30/lug/2014 13:10

Riforme: Ceccanti, ostruzionismo segue propaganda su deriva autoritaria

di Angelo Mina.

(ASCA) - Roma, 30 lug 2014 - L'ostruzionismo in corso al Senato sulla riforma costituzionale e' in gran parte conseguenza della campagna politica che sostiene l'esistenza nella riforma di una deriva autoritaria al limite del rischio per la nostra democrazia. Una campagna iniziata fin dai giorni della Commissione dei saggi che era stata insediata dal governo Letta per aiutare e facilitare il lavoro riformatore del Parlamento.

Ne e' convinto il costituzionalista Stefano Ceccanti, docente di diritto pubblico comparato, che della Commissione dei saggi ha fatto parte.

D - Professore, cosa sta accadendo al Senato? Si ha l'impressione di assistere ad un ostruzionismo anomalo, diverso cioe' dalla tante forme conosciute nel passato.

CECCANTI - ''Diciamo che quello di oggi e' un ostruzionismo in cui le opposizioni credono di essere in diritto di bloccare sine die la maggioranza, nonostante il tentativo di mediazione tentato da Chiti''.

D - Ma qual e' il nodo di questo ostruzionismo, al di la' dei diversi aspetti tecnici e peculiari?.

CECCANTI - ''Il problema e' che sin dall'inizio gli oppositori del progetto hanno falsato il dibattito col ricorso ad argomenti propagandistici sproporzionati parlando ad esempio di deriva autoritaria, quella che ho definito la sindrome del tiranno, ma anche l'accusa che la riforma sarebbe il Piano della P2, e cosi' via. Il fatto e' che una volta che si utilizza tale armamentario risulta poi difficile tornare indietro ad atteggiamenti negoziali con coloro che sono stati denunciati di perseguire tale deriva autoritaria. Tant'e' che quella propaganda ha gia' prodotto un'originalissima marcia verso il Quirinal. Questa deriva tende quindi a far diventare vera un'analisi falsa: se si denuncia una deriva autoritaria pressoche' impossibile a dimostrarsi coi contenuti della riforma, bisogna comportarsi in modo da far reagire frontalmente Governo e maggioranza, addebitando a questi ultimi una chiusura totale del confronto e del dialogo''. D- Sul piano parlamentare che conseguenze avra' questa situazione?.

CECCANTI - ''Direi che a questo punto il passaggio parlamentare rischia diridursi a una somma di monologhi.

Proprio per questa ragione il Presidente Napolitano, nel suo intervento alla cerimonia del Ventaglio aveva anzitutto insistito sull'abbandono dell'ingiustificata campagna sulle presunta deriva autoritaria e invitato le forze politico-parlamentari a non scaricare su una riforma ormai matura nei suoi assi portanti legittime perplessita' esistenti invece sulla piu' discussa proposta di legge elettorale. Una sollecitazione a cui aveva poi prontamente risposto il Presidente del Consiglio Renzi con la lettera ai senatori della maggioranza che enunciava ampia disponibilita' a rivedere quest'ultima''.

D- Secondo lei a questo punto c'e' una via d'uscita?.

CECCANTI - ''Solo rientrando nei cardini dell'intervento del Presidente della Repubblica saranno possibili, almeno piu' avanti, sintesi piu' alte e piu' condivise. In alternativa, se persistesse una divisione rigida, volendo escludere lo scenario traumatico di elezioni anticipate, le ragioni finiranno comunque per confrontarsi nel referendum finale che in quel caso presentera' da una parte le ragioni della riforma e dall'altra solo una sterile propaganda tesa a difendere lo status quo''.

min

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Sinistra
Scotto lascia Si: non serve partito ma nuovo centrosinistra
Pd
Renzi si dimette da segretario Pd, ora candidature o congresso
Pd
Cuperlo a Renzi: scendi da auto, non fare 'Gioventù bruciata'
Pd
Pd, fallisce nuova mediazione ma si tratta. Rischio scissione
Altre sezioni
Salute e Benessere
Ordini Medici: pubblicità sanitaria selvaggia è allarme sociale
Motori
BMW presenta la nuova Serie 5 berlina
Enogastronomia
"Benvenuto Brunello" Guida Rossa Michelin firma piastrella 2016
Turismo
Turismo, Alpitour amplia la rete su Andalusia e Costa del Sol
Energia e Ambiente
Premio ai Vigili del fuoco per i voli su Amatrice e Rigopiano
Moda
Moda New York, la donna bon ton secondo Carolina Herrera
Scienza e Innovazione
SpaceX, rinviato lancio del Falcon-9 dalla piattaforma Nasa 39-A
TechnoFun
Amazon, a tempo di record i lavori per nuovo centro vicino Roma
Sistema Trasporti
Ibar, Usa e Cina ancora al top per i voli dall'Italia