martedì 24 gennaio | 22:10
pubblicato il 24/lug/2014 16:34

Riforme: capigruppo, contingentamento tempi. Si vota entro l'8 agosto

(ASCA) - Roma, 24 lug 2014 - La conferenza dei capigruppo ha deciso il contingentamento dei tempi per la discussione del ddl sulle riforme. Lo ha riferito il capogruppo di Forza Italia al Senato, Maurizio Gasparri allontanandosi dalla riunione. ''Si vota entro l'8 agosto'' ha poi aggiunto il parlamentare azzurro. In mattinata, il ministro delle Riforme, Maria Elena Boschi, aveva recisamente escluso un rinvio delle riforme costituzionali a settembre nella speranza che si possa trovare un clima piu' sereno con le opposizioni: ''No, andiamo avanti - ha detto Boschi -. Non e' serio fare ostruzionismo in questo modo, ne va della dignita' anche di questa istituzione''. La decisione di procedere con il contingentamento dei tempi, secondo quanto riferiscono i senatori, e' stata presa a maggioranza. Il calendario dei lavori dell'assemblea non e' stato modificato dalla capigruppo e conferma quindi l'ordine del giorno che fissa tra oggi e lunedi' della settimana prossima l'esame dei decreti legge sulla competitivita' e sulla cultura-turismo. Secondo quanto riferiscono i partecipanti alla conferenza dei capigruppo Forza Italia avrebbe dichiarato la propria contrarieta' al contingentamento dei tempi deciso dalla maggioranza. Coro di proteste dalle opposizioni. ''Il governo vuole arrivare all'8 di agosto e ha deciso di concedere complessivamente nelle prossime settimane 135 ore per la discussione, sia del ddl sulle riforme, sia per i decreti legge in scadenza. E' una vera e propria tagliola'', afferma il capogruppo M5S Vito Petrocelli, facendo il puinto della situazione con i giornalisti al termine della conferenza dei capigruppo, insieme agli altri rappresnetati del,e opposizione, Loredana De Petris (Sel) e Gianmarco Centinaio (Lega Nord). ''Scansionati i tempi, ci sarebbe meno di un minuto per illustrare o annunciare il voto - rilancia Centinaio - se vuole questo, Renzi si accomodi pure. Non c'e' nessun tempo a disposizione oltre le 135 ore. Finito quel pachetto che si fa? Si va avanti solo a votare senza discussione. Ma noi non ci stiamo, non siamo schiavi di Renzi che vuole andare in vacanza entro l'8 agosto. Stanno togliendo la democrazia al popolo e togliendo la parola a un ramo del Parlamento''. Dal canto suo la Lega ha chiarito che non fara' ostruzionismo nel corso degli esami dei decreti legge. ''Noi andiamo avanti con le nostre proposte che guardano al merito delle questioni'' ha sottolineato Centinaio. ''Abbiamo presentato le nostre proposte con le questioni per noi fondamentali e chiesto al governo e alla maggioranza degli elementi scritti per sapere quali risposte sono disposti a dare per una discussione seria delle riforme. Le nostre proposte non sono state assolutamente considerate. Hanno deciso il contingentamento'', riferisce la capogruppo Sel al Senato, Loredana De Petris al termine della conferenza dei capigruppo. ''E' un fatto molto grave - aggiunge - che non tiene conto del rischio a cui si espone l'approvazione dei decreti legge in scadenza. E' insopportabile che per le riforme costituzionali, anche davanti alla nostra disponibilita', loro abbiano scelto la strada del taglio della discussione''. Il governo insomma - sono ancora parole di De Petris - ha anteposto alle questioni di contenuto, che riguardano i problemi del paese, le riforme costituzionali. Renzi ci dovra' dire qual e' il programma del governo per affrontare i problemi del Paese che per lui evidentemente non sono cosi' gravi da essere subito aggrediti''. A questo punto - conclude la senatrice - noi continuiamo la nostra battaglia, vedremo cosa avra' da dire l'aula''. red/dsk

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Pd
Fassino: un giovane Prodi? Il Pd un leader ce l'ha già
Governo
A P.Chigi summit Gentiloni e ministri su sicurezza-immigrazione
M5s
Grillo imbavaglia i suoi: parlate se autorizzati o andate via
M5s
Grillo a eletti M5s: siete portavoce, linea la decidono iscritti
Altre sezioni
Salute e Benessere
Salute, ok Camera a mozione contro l'abuso di antibiotici

Roma, 24 gen. (askanews) - "Approvata dalla Camera la nostra mozione contro la resistenza agli antibiotici, un fenomeno che, di questo passo, entro il 2050 potrebbe diventare...

Motori
John Lennon, all'asta la sua Mercedes-Benz 230SL Roadster
Enogastronomia
Del Pesce sarà main sponsor di Aquafarm 2017
Turismo
Alla scoperta di Piacenza con Sorgentedelvino Live
Energia e Ambiente
Pericolo estinzione per il 60% di tutte le specie di primati
Moda
Moda Parigi, l'eleganza rilassata dell'uomo Louis Vuitton
Scienza e Innovazione
Spazio, Pasquali: Leonardo pronta a cogliere opportunità sviluppo
TechnoFun
Cyber attacchi, dal 2001 in Italia hackerati 12mila siti web
Sistema Trasporti
Confermato avvio lavori di interconnessione tra Brebemi e A4