lunedì 05 dicembre | 21:40
pubblicato il 28/mag/2013 11:12

Riforme: Brunetta, premio maggioranza serve solo per governare

Riforme: Brunetta, premio maggioranza serve solo per governare

+++Su clausola di salvaguardia della legge elettorale va fatta chiarezza da subito. Pdl per modifiche minimaliste a Porcellum +++.

.

(ASCA) - Roma, 28 mag - ''Partiamo dalle cose positive: c'e' un'ampia condivisione del percorso, c'e' il comitato dei 40, c'e' l'ok a partire subito. Restano due nodi da sciogliere: il primo e' quello relativo alla clausola di salvaguardia dell'attuale legge elettorale per metterla in sicurezza rispetto ad eventuali pronunciamenti della Corte costituzionale. Si tratta di decidere se farla, come farla e con quale ampiezza. Il secondo punto sostanziale e' rispetto al comitato dei 40. Per noi deve essere proporzionale alle rispettive forze politiche e non tener conto del premio di maggioranza loro riconosciuto''. Lo ha detto il presidente dei deputati del Pdl, Renato Brunetta al termine del vertice governo-maggioranza in tema di riforme costituzionali, in vista del dibattito e delle mozioni sul percorso da effettuare, che saranno discusse e votate domani dalle Camere.

''Il premio serve infatti per governare non per fare le riforme costituzionali - ha ribadito Brunetta -. Il Pd ha un super premio di maggioranza alla Camera che moltiplica per 3 la sua rappresentanza. Tra noi e loro c'e' solo lo 0,3% di differenza tra i voti ricevuti, siamo in sostanziale parita'.

E' questa la distanza che va replicata nel comitato, a tutto vantaggio e salvaguardia delle minoranze''.

Sulla calusola di salvaguardia dell'attuale legge elettorale invece Brunetta sottolinea con forza la necessita' di ''fare chiarezza da subito: il rischio e' inquinare e intossicare il lavoro del comitato dei 40''.

Piu' in generale, ha quindi ribadito Brunetta, ''il Pdl e' per quelle modifiche minimaliste alle legge elettorale, quelle stesse di cui avevano parlato proprio Letta e Franceschini di ritorno dalla riunione in convento. Poi il Pd ha rilanciato sul Mattarellum, ma non c'e' nessuna sentenza che ci obbliga a tornare al Mattarellum, che resta il legittimo auspicio o obiettivo del Pd. La riforma elettorale organica deve venire con la riforma costituzionale''.

njb

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Riforme
Referendum, Di Maio: da domani al lavoro per futuro governo M5s
Riforme
Referendum, Renzi: ho perso io e mi dimetto, ma senza rimorsi
Riforme
Referendum, Grillo: addio Renzi, ha vinto la democrazia
Riforme
Referendum, affluenza finale 68,48%. Si è votato di più al Nord
Altre sezioni
Salute e Benessere
Diabete, arriva in Italia penna con concentrazione doppia insulina

Roma, 5 dic. (askanews) - Un'iniezione "morbida", più facile, e una penna con il doppio delle unità di insulina disponibili per ridurre il numero di device da gestire: un...

Enogastronomia
Festa a Roma con Heinz Beck per i 30 anni del Gambero Rosso
Turismo
Eden Travel Group, il SalvaVacanza spinge l'advance booking
Lifestyle
Giochi, Agimeg: nel 2016 raccolta supera i 94 miliardi (+7,3%)
Moda
Gli angeli sexy di Victoria's Secret sfilano a Parigi
Sostenibilità
Smart City, modello Milano grazie a ruolo utilities
Efficienza energetica
Pesticidi: una minaccia per le api, colpito anche l'olfatto
Scienza e Innovazione
Spazio, nuovo successo per il razzo italiano Vega
Motori
Audi A3 compie 20 anni, 3 generazioni e 4 milioni di esemplari