venerdì 24 febbraio | 23:23
pubblicato il 03/apr/2014 15:53

Riforme: Bergamini (FI), evitare errori su Titolo V come nel 2001

(ASCA) - Roma, 3 mar 2014 - ''Sulle riforme, il Pd eviti di cadere di nuovo negli errori del passato''. Cosi' la responsabile comunicazione di Forza Italia, Deborah Bergamini, la quale ricorda l'esempio del 2001, quando ''il Titolo V e' stato votato a colpi di maggioranza per creare assetti amministrativi favorevoli alla sinistra, dando vita ad un pasticcio di cui paghiamo ancora le conseguenze''. ''Con il ddl Delrio - prosegue la deputata di FI - sta succedendo qualcosa di simile: non ci saranno risparmi ne' semplificazione ne' servizi migliori, ci saranno solo piu' amministratori del Pd in posizioni di potere. Stesso discorso per il nuovo Senato, disegnato in modo tale da assicurare maggioranze monocolori, targate Pd''. ''Noi ci stiamo a cambiare le cose insieme - conclude Bergamini - ma invitiamo il Pd ad un confronto serio, costruttivo e senza forzature, perche' e' di questo, e non di ulteriori pasticci, che il Paese ha bisogno''. com-sgr/mau

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Centrosinistra
D'Alema: con Orlando segretario Pd si riaprirebbe dialogo
Ncd
Alfano: i moderati tornino uniti contro il populismo
Governo
Guerini: assurdo legare data primarie Pd a elezioni politiche
Campidoglio
Grillo: forza Virginia, giornalisti rispettino privacy Raggi
Altre sezioni
Salute e Benessere
Fibrosi polmonare idiopatica, al Gemelli seminario internazionale
Motori
L'agricoltura del futuro: Case IH presenta il trattore autonomo
Enogastronomia
Ricerca Gfk: l'identikit dei nuovi consumatori al supermercato
Turismo
Boom degli affitti brevi in ambito turistico e non solo (+30%)
Energia e Ambiente
Progetto Life-Nereide: asfalto silenzioso da materiale riciclato
Moda
Nuova linea ready-to-wear de La Perla: sensuali giacche corsetto
Scienza e Innovazione
Esa, Vega: nel 2018 opportunità di volo per minisatelliti multipli
TechnoFun
Google crea strumento intelligenza artificiale anti-trolls
Sistema Trasporti
Da UNRAE protocollo costruttori-scuole per formare autisti hi-tech