domenica 26 febbraio | 15:54
pubblicato il 02/lug/2014 16:55

Riforme: Alfano, in caso voto anticipato Senato vale sentenza Consulta

(ASCA) - Roma, 2 lug 2014 - Il sistema elettorale che potrebbe essere applicato per il Senato nell'ipotesi di fine anticipata della legislatura in corso ''e' quello che deriva dalla sentenza della Corte Costituzionale n. 1 del 2014, in base alla quale, peraltro, non sono da considerarsi piu' vigenti le disposizioni sui premi di maggioranza''. Lo ha detto il ministro dell'Interno, Angelino Alfano rispondendo ad una domanda del sen. Calderoli, nel corso della sua audizione presso la Commissione Affari Costituzionali del Senato.

''Il riparto dei seggi - ha poi spiegato - potrebbe avvenire proporzionalmente con riferimento all'ambito regionale, fatti salvi gli sbarramenti gia' previsti dalla legge n. 270/2005, nonche' la possibilita' di esprimere una sola preferenza''.

gc/

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Pd
Errani lascia Pd: ora nuova avventura, ma ci ritroveremo
Sinistra
Lavoro, scuola, ambiente: abito classico per la sinistra ex Pd
Pd
Pd, Veltroni: la sinistra divisa consegna l'Italia al polulismo
Altre sezioni
Salute e Benessere
Fibrosi polmonare idiopatica, al Gemelli seminario internazionale
Motori
L'agricoltura del futuro: Case IH presenta il trattore autonomo
Enogastronomia
Ricerca Gfk: l'identikit dei nuovi consumatori al supermercato
Turismo
Boom degli affitti brevi in ambito turistico e non solo (+30%)
Energia e Ambiente
Progetto Life-Nereide: asfalto silenzioso da materiale riciclato
Moda
Nuova linea ready-to-wear de La Perla: sensuali giacche corsetto
Scienza e Innovazione
Esa, Vega: nel 2018 opportunità di volo per minisatelliti multipli
TechnoFun
Google crea strumento intelligenza artificiale anti-trolls
Sistema Trasporti
Da UNRAE protocollo costruttori-scuole per formare autisti hi-tech