lunedì 23 gennaio | 16:43
pubblicato il 02/lug/2014 16:55

Riforme: Alfano, in caso voto anticipato Senato vale sentenza Consulta

(ASCA) - Roma, 2 lug 2014 - Il sistema elettorale che potrebbe essere applicato per il Senato nell'ipotesi di fine anticipata della legislatura in corso ''e' quello che deriva dalla sentenza della Corte Costituzionale n. 1 del 2014, in base alla quale, peraltro, non sono da considerarsi piu' vigenti le disposizioni sui premi di maggioranza''. Lo ha detto il ministro dell'Interno, Angelino Alfano rispondendo ad una domanda del sen. Calderoli, nel corso della sua audizione presso la Commissione Affari Costituzionali del Senato.

''Il riparto dei seggi - ha poi spiegato - potrebbe avvenire proporzionalmente con riferimento all'ambito regionale, fatti salvi gli sbarramenti gia' previsti dalla legge n. 270/2005, nonche' la possibilita' di esprimere una sola preferenza''.

gc/

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Conti pubblici
Berlusconi: nuova manovra? Rimasti conti da pagare di Renzi
Pd
Pd nega tensione Renzi-Gentiloni su Agcom:non c'è inciucio con Fi
Usa
Gentiloni: Trump? Collaboreremo ma abbiamo i nostri valori
Pd
Emiliano: se qualcuno apre il congresso mi candido segretario Pd
Altre sezioni
Salute e Benessere
Digital Magics cede partecipazione in ProfumeriaWeb a Free Bird
Motori
John Lennon, all'asta la sua Mercedes-Benz 230SL Roadster
Enogastronomia
Tutti a Montefalco per l'Anteprima Sagrantino
Turismo
Alla scoperta di Piacenza con Sorgentedelvino Live
Energia e Ambiente
Pericolo estinzione per il 60% di tutte le specie di primati
Moda
Moda Parigi, l'eleganza rilassata dell'uomo Louis Vuitton
Scienza e Innovazione
Sugli sci trainati dal drone: arriva il droneboarding
TechnoFun
Cyber attacchi, dal 2001 in Italia hackerati 12mila siti web
Sistema Trasporti
Confermato avvio lavori di interconnessione tra Brebemi e A4