sabato 10 dicembre | 02:32
pubblicato il 02/lug/2014 16:55

Riforme: Alfano, in caso voto anticipato Senato vale sentenza Consulta

(ASCA) - Roma, 2 lug 2014 - Il sistema elettorale che potrebbe essere applicato per il Senato nell'ipotesi di fine anticipata della legislatura in corso ''e' quello che deriva dalla sentenza della Corte Costituzionale n. 1 del 2014, in base alla quale, peraltro, non sono da considerarsi piu' vigenti le disposizioni sui premi di maggioranza''. Lo ha detto il ministro dell'Interno, Angelino Alfano rispondendo ad una domanda del sen. Calderoli, nel corso della sua audizione presso la Commissione Affari Costituzionali del Senato.

''Il riparto dei seggi - ha poi spiegato - potrebbe avvenire proporzionalmente con riferimento all'ambito regionale, fatti salvi gli sbarramenti gia' previsti dalla legge n. 270/2005, nonche' la possibilita' di esprimere una sola preferenza''.

gc/

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Governo
Renzi verso ok a governo Gentiloni, ma su data voto è rebus
Governo
Orlando: governo per andare al voto, ma Pd non lo fa da solo
Governo
Tosi al Colle: incarico a una figura dal profilo internazionale
Governo
Seconda giornata consultazioni da Mattarella, Gentiloni in pole
Altre sezioni
Salute e Benessere
Orecchie a sventola, clip rivoluziona intervento chirurgico
Enogastronomia
Furono i sardi i primi a produrre vino nel Mediterraneo
Turismo
Confesercenti: alberghi prenotati al 75% per Ponte Immacolata
Lifestyle
Giochi, Agimeg: nel 2016 raccolta supera i 94 miliardi (+7,3%)
Moda
Per Herno nuovo flagship store a Seoul
Sostenibilità
All'Isola della Sostenibilità il mondo dell'economia circolare
Efficienza energetica
Natale 2016, focus risparmio energetico e trionfo regalo Hi-tech
Scienza e Innovazione
Europei, Olimpiadi e terremoto, il 2016 su Facebook in Italia
Motori
Flash Mob ai Fori per Amatrice con la Ferrari del record in Cina