martedì 06 dicembre | 19:04
pubblicato il 08/lug/2015 11:44

Riforma della scuola al rush finale, voto previsto per domani

Opposizioni protestano per decisione Boldrini ridurre emendamenti

Riforma della scuola al rush finale, voto previsto per domani

Roma, 8 lug. (askanews) - Riforma della scuola al rush finale, alla Camera, dove stamattina in aula è iniziato tra le polemiche l'esame degli emendamenti. I lavori andranno avanti per l'intera giornata, il voto finale sul provvedimento è previsto per domani, salvo cambiamenti dell'ultimora. La relatrice di maggioranza Maria Coscia (Pd) e il governo hanno dato parere contrario a tutti gli emendamenti. In apertura di seduta, il vicepresidente di turno dell'assemblea Roberto Giachetti ha spiegato che la presidenza ha deciso di chiedere a ciascun gruppo di segnalare gli emendamenti da porre comunque in votazione.

Proteste dall'opposizione: per Giancarlo Giordano di Sel si tratta di una "contrazione della possibilità delle minoranze di intervenire sul testo. Sono soltanto 135 gli emendamenti presentati dalle opposizioni quindi non capiamo il motivo per cui dobbiamo subire l'ennesima contrazione dei tempi. Per quanto riguarda il nostro gruppo, passare da 27 emendamenti a uno solo ci mette di fuori dalla discussione". La decisione della presidenza della Camera, criticata anche da Lega, M5S e Forza Italia, è stata difesa da Giachetti che ha spiegato come si tratti di una "norma applicata a tutti i provvedimenti in via sistematica", una decisione "adottata sulla base di una costante prassi".

Il testo della "buona scuola" all'esame della Camera è comunque blindato, come blindati sono i tempi di approvazione per consentire già dal prossimo anno l'immissione in ruolo degli oltre 100 mila precari previsti dalla riforma. Ma il ritorno in aula della riforma si è accompagnato al ritorno della protesta in piazza di studenti, insegnanti, sindacati e opposizioni. Con un appello, di cui si è fatto interprete l'M5s, al presidente della Repubblica affinchè non firmi il provvedimento perchè significherebbe "assassinare la scuola pubblica".

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Governo
Renzi vuole dalla direzione l'ok del Pd a elezioni anticipate
Governo
Alfano: pronostico elezioni anticipate a febbraio
Governo
M5S vuole il voto subito. Ma Di Maio premier non convince tutti
Governo
Udc esce da Ap di Alfano: nuovi gruppi contro voto anticipato
Altre sezioni
Salute e Benessere
Airc finanzia ricerca per migliorare diagnosi noduli alla tiroide
Enogastronomia
Veronafiere, Wine2Wine: verso una legge sull'enoturismo
Turismo
Ponte Immacolata, per un italiano su due hotel è luogo dolce vita
Lifestyle
Giochi, Agimeg: nel 2016 raccolta supera i 94 miliardi (+7,3%)
Moda
Gli angeli sexy di Victoria's Secret sfilano a Parigi
Sostenibilità
Smart City, modello Milano grazie a ruolo utilities
Efficienza energetica
Natale 2016, focus risparmio energetico e trionfo regalo Hi-tech
Scienza e Innovazione
I supermercati del futuro di Amazon: niente casse e code
Motori
Nuova Leon Cupra, più potenza e migliori prestazioni