martedì 06 dicembre | 22:51
pubblicato il 29/giu/2011 19:33

Rifiuti/ Prestigiacomo rompe indugi: domani decreto in Cdm

Chiedo a Governo ok a emergenza Napoli e solidarietà nazionale

Rifiuti/ Prestigiacomo rompe indugi: domani decreto in Cdm

Roma, 29 giu. (askanews) - Il ministro per l'Ambiente Stefania Prestigiacomo ha rotto gli indugi e domani porterà all'approvazione del Consiglio dei ministri il decreto per il riconoscimento dell'emergenza a Napoli, sommersa dai rifiuti, nonostante la contrarietà della Lega. "La situazione di Napoli - ha annunciato Prestigiacomo- non consente rinvii. Domani proporrò al Consiglio dei Ministri un provvedimento per aiutare la Campania a superare questa fase di crisi che, se non adeguatamente fronteggiata, potrebbe innescare rischi per la salute pubblica. Siamo un Governo nazionale e dobbiamo farci carico dei problemi di tutto il paese. In questo caso occorre rendere possibile la solidarietà fra le Regioni, consentendo in via straordinaria, temporanea e controllata, il trasferimento dei rifiuti campani".

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Governo
Renzi vuole dalla direzione l'ok del Pd a elezioni anticipate
Governo
Alfano: pronostico elezioni anticipate a febbraio
Governo
Renzi e Pd pronti a governo istituzionale: ma con numeri larghi
Governo
Udc esce da Ap di Alfano: nuovi gruppi contro voto anticipato
Altre sezioni
Salute e Benessere
Robot indossabile ridà capacità di presa a persone quadriplegiche
Enogastronomia
Veronafiere,Danese:con Vinitaly salto qualità nei paesi asiatici
Turismo
Ponte Immacolata, per un italiano su due hotel è luogo dolce vita
Lifestyle
Giochi, Agimeg: nel 2016 raccolta supera i 94 miliardi (+7,3%)
Moda
Gli angeli sexy di Victoria's Secret sfilano a Parigi
Sostenibilità
Smart City, modello Milano grazie a ruolo utilities
Efficienza energetica
Natale 2016, focus risparmio energetico e trionfo regalo Hi-tech
Scienza e Innovazione
Robotica soft, macchine più versatili ispirate a piante e animali
Motori
Nuova Leon Cupra, più potenza e migliori prestazioni