domenica 22 gennaio | 05:10
pubblicato il 07/apr/2014 12:36

Rifiuti: Anci-Conai, raggiunto accordo quadro 2014-19 su differenziata

Rifiuti: Anci-Conai, raggiunto accordo quadro 2014-19 su differenziata

(ASCA) - Roma, 7 apr 2014 - Anci e Conai hanno raggiunto un'intesa per la sottoscrizione dell'Accordo di programma quadro che regolera' per il quinquennio 2014-2019 l'entita' dei corrispettivi da riconoscere ai comuni convenzionati per i ''maggiori oneri'' della raccolta differenziata dei rifiuti di imballaggio.

Saranno anche sottoscritti - riferisce una nota - gli Allegati tecnici relativi alle filiere di alluminio, acciaio, carta, legno e vetro che prevedono significativi incrementi dei corrispettivi unitari: mediamente fra il 16 e il 17%.

Negli Allegati tecnici sono state introdotte una serie di specifiche tecniche legate ai controlli in piattaforma sul materiale conferito e al monitoraggio dei relativi flussi, che migliorano il funzionamento complessivo a vantaggio sia delle attivita' di raccolta che di avvio a riciclo dei materiali conferiti.

Nella parte generale dell'Accordo quadro viene confermata la garanzia di ritiro universale, da parte dei Consorzi di filiera, su tutto il territorio nazionale dei rifiuti di imballaggio conferiti al servizio pubblico di raccolta, anche ad obiettivi di riciclo e di recupero previsti dalla legge raggiunti e superati. L'Accordo, inoltre, introduce una maggiore indicizzazione annuale dei corrispettivi e rafforza il sostegno alle Amministrazioni locali incrementando l'impegno finanziario annuo del Conai per le iniziative sul territorio di sviluppo quali quantitativo della raccolta differenziata.

In merito ai rifiuti di imballaggio in plastica, l'attuale allegato tecnico e' stato prorogato fino al 30 giugno 2014 per dar modo alle parti di chiudere la trattativa anche per questo allegato per le sole modalita' di calcolo dei corrispettivi.

com-stt E' stato infatti gia' condiviso l'obiettivo economico: il nuovo allegato prevedera' un incremento a partire dall'1 aprile 2014 dei corrispettivi pari al 10,6% rispetto a quelli riconosciuti nel 2013.

Tale incremento, peraltro, tenuto conto della mancata applicazione delle restrizioni delle fasce di qualita' previste per il 2013 dall'accordo vigente, sale al 16,6% circa, in linea quindi con quello medio previsto per gli altri materiali.

com-stt/rus

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Pd
Prodi: alla sinistra serve un nuovo riformismo
Governo
Grasso: legislatura duri fino a 2018 per recuperare tempo perduto
Pd
Guerini: Bene Prodi. Ora il Mattarellum, è lo strumento migliore
Parma
Pizzarotti: mi ricandido, non lascio un buon lavoro a metà
Altre sezioni
Salute e Benessere
Asma e Bpco, 15% italiani soffre malattie respiratorie persistenti
Motori
John Lennon, all'asta la sua Mercedes-Benz 230SL Roadster
Enogastronomia
Formaggi, yogurt, mozzarelle: ora obbligatorio indicare l'origine dellatte
Turismo
Via in Uruguay i 40 giorni del carnevale, il più lungo del mondo
Energia e Ambiente
Pericolo estinzione per il 60% di tutte le specie di primati
Moda
Moda Parigi, l'eleganza rilassata dell'uomo Louis Vuitton
Scienza e Innovazione
Spazio: da Cassini primo piano per Dafni, piccola luna di Saturno
TechnoFun
Cyber attacchi, dal 2001 in Italia hackerati 12mila siti web
Sistema Trasporti
Confermato avvio lavori di interconnessione tra Brebemi e A4