venerdì 24 febbraio | 04:54
pubblicato il 24/giu/2011 12:40

Rifiuti/ Al via incontro Prestigiacomo-De Magistris su Napoli

Prima riunione formale fra il Governo e il nuovo Sindaco

Rifiuti/ Al via  incontro Prestigiacomo-De Magistris su Napoli

Roma, 24 giu. (askanews) - E' iniziato a Roma, presso la sede del ministero dell'Ambiente, l'incontro fra il sindaco di Napoli Luigi De Magistris e il ministro Stefania Prestigiacomo sull'emergenza rifiuti nel capoluogo campano. Si tratta della prima riunione ufficiale fra il Governo e il nuovo sindaco Idv eletto lo scorso mese di maggio. De Magistris si è dichiarato pronto ieri a dichiarare lo stato di emergenza sanitaria per la città e disporre scorte armate per lo sgombero delle strade dai rifiuti che stanno sommergendo la città, accusando il Presidente del Consiglio Silvio Berlusconi di non aver fatto più nulla per far fronte all'emergenza a fronte degli impegni assunti. Al Governo si è rivolto direttamente anche il Presidente della Repubblica Giorgio Napolitano che, con una lettera al quotidiano napoletano 'il Mattino' ha sollecitato il Governo a intervenire con un decreto senza ulteriori indugi. "Diversi ambienti - ha denunciato il sindaco di Napoli oggi in una intervista- vogliono che Napoli resti sotto la spazzatura" e questo o perché "vogliono la vera e propria emergenza per specularci sopra politicamente o rispondono ad altri interessi poco leciti". E non c'entra tanto la Lega "se il Governo approva il decreto la spazzatura di Napoli va nelle regioni del Centro e del Sud che si sono già dichiarate disponibili ad accettarla, non in quelle del Nord". Se poi oggi la situazione non si sbloccasse, ha detto, "adotteremo misure per garantirci l'autosufficienza. Non posso dire quali ma assicuro che non avranno un impatto negativo né sulla salute dei cittadini né sull'ambiente". Perché il piano c'è, specie per la differenziata, "grazie anche al Presidente della Regione Caldoro abbiamo sbloccato dieci milioni di euro immediatamente spendibili" ma "se non togliamo queste 2300 tonnellate che giacciono in strada non possiamo partire con il ciclo ordinario".

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Sinistra
Scotto: nuova forza di sinistra con ex Pd, con noi 17 ex Si
Pd
Renzi: in California cerco idee anti-populisti
Aborto
Aborto, senatori Pd: ora legge per concorsi medici non obiettori
Ue
Mattarella:Ue ha valore irreversibile, da crisi uscirà più forte
Altre sezioni
Salute e Benessere
Tribunale malato: per 1 medico su 3 troppo poco tempo per paziente
Motori
Man lancia due iniziative per salute e sicurezza degli autisti
Enogastronomia
Ricerca Gfk: l'identikit dei nuovi consumatori al supermercato
Turismo
Boom degli affitti brevi in ambito turistico e non solo (+30%)
Energia e Ambiente
Scoperta una nuova specie di mammifero: lo scoiattolo meridionale
Moda
A Londra apre una mostra su Lady Diana, icona della moda
Scienza e Innovazione
I 7 gemelli della Terra: il parere dell'astronauta Maurizio Cheli
TechnoFun
Internet of Things: dopo la "nuvola" si studia la "nebbia"
Sistema Trasporti
Da UNRAE protocollo costruttori-scuole per formare autisti hi-tech