mercoledì 07 dicembre | 19:24
pubblicato il 04/apr/2014 13:04

Ricerca/Senato: Giannini, prioritarie semplificazione e certezza risorse

(ASCA) - Roma, 4 apr 2014 - Semplificazione, programmazione, valutazione ed apertura. Questi i principi a cui il ministro dell'Istruzione, dell'Universita' e della Ricerca intende ispirarsi per ridare slancio alla ricerca che ''puo' costituire il terzo pilastro per il nostro futuro''. Nel seguito dell'audizione svolta davanti alla commissione Istruzione del Senato il ministro Stefania Giannini - che il 27 marzo si era soffermato sul tema della scuola - ha illustrato le priorita' del suo dicastero nel campo della ricerca.

Illustrando la situazione della ricerca, il ministro ha ricordato che negli ultimi 5 anni la quota italiana di spesa in ricerca e sviluppo rispetto al Pil e' inferiore alla media europea e a quella dei principali paesi industriali, collocandosi al diciannovesimo posto su 23 paesi considerati.Occorre a suo avviso un maggiore coordinamento tra i soggetti interessati al settore oltre a un'opera di semplificazione a piu' livelli: una semplificazione finanziaria, in cui le risorse devono confluire in un piano finanziario della ricerca unico; una semplificazione gestionale, in base alla quale razionalizzare i soggetti che operano intorno al mondo della ricerca e il numero degli enti pubblici di ricerca; una semplificazione normativa, nella quale regolamentare alcuni processi omogenei nell'emanazione dei bandi evitando asimmetrie, specie in vista dell'avvio dei nuovi interventi sui Programmi operativi nazionali (PON) della nuova programmazione europea 2014-2020. Il ministro ha sottolineato poi che l'Italia sconta una cronica incapacita' di assegnare cifre stabili nei relativi capitoli di bilancio, a causa di tagli imprevedibili operati attraverso la legge di stabilita', con il risultato di una perdurante incertezza. Dei fondi europei messi a disposizione da Horizon 2020, il nostro paese avra' a disposizione solo 1,7 mld di euro pari a circa la meta' delle risorse disponibili nello scorso ciclo.Quanto alle risorse alternative, il Fondo per la ricerca scientifica e tecnologica (FIRST) nel 2013 e' stato pressoche' unicamente dedicato al finanziamento di bandi innovativi per i giovani: oltre 48 mln di euro per il finanziamento di specifici interventi atti a garantire il ricambio generazionale e l'autonomia scientifica dei giovani ricercatori. Il Fondo puo' essere analogamente rifinanziato per il 2014, ma comunque l'orizzonte temporale e' sempre troppo limitato. Il Fondo per l'agevolazione alla ricerca (FAR) poi, destinato alla ricerca industriale, non e' stato piu' rifinanziato dal 2010. In relazione all'Anvur, la sua attivita' dovrebbe essere estesa a tutti i soggetti della ricerca pubblica ed incidere, mediante criteri e parametri specifici, sull'assegnazione di quote crescenti del Fondo ordinario per gli enti di ricerca (FOE). In particolare, la valutazione deve mirare al raggiungimento di standard di qualita' e di competitivita' rispetto ai quali il ministero deve esercitare una compiuta politica d'indirizzo, tenuto anche conto delle priorita' dell'esecutivo e dei principali stakeholders nel settore. La discussione sulle comunicazioni del ministro e' stata rinviata ad una prossima seduta.

lcp/gbt

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
L.Bilancio
L.Bilancio, governo pone fiducia in aula Senato su art.1
Fi
Fi, Berlusconi ricoverato. Zangrillo: stress, a breve dimesso
Pd
Pd, Orfini: ok sostegno militanti ma sia senza rabbia
Governo
Mattarella frena corsa al voto,prima sistema elettorale uniforme
Altre sezioni
Salute e Benessere
Robot indossabile ridà capacità di presa a persone quadriplegiche
Enogastronomia
Domenica 11 dicembre Cantine aperte a Natale
Turismo
Con Volagratis Capodanno low cost da Parigi al Mar Rosso
Lifestyle
Giochi, Agimeg: nel 2016 raccolta supera i 94 miliardi (+7,3%)
Moda
Per Herno nuovo flagship store a Seoul
Sostenibilità
Roma, domani al via la terza "Isola della sostenibilità"
Efficienza energetica
Natale 2016, focus risparmio energetico e trionfo regalo Hi-tech
Scienza e Innovazione
Ricerca, da 2018 l'ERC tornerà a finanziare team multidisciplinari
Motori
Nuova Leon Cupra, più potenza e migliori prestazioni