mercoledì 07 dicembre | 15:59
pubblicato il 06/dic/2013 15:18

Ricerca/Camera: stabilita', 23 mln per programma ricerca aerospaziale

(ASCA) - Roma, 6 dic - Ammonta a 23 mln di euro il contributo dello Stato per il 2014 alle spese di gestione del programma nazionale di ricerca aerospaziale (Prora), gestito dal Cira (Centro italiano di ricerche aerospaziali). La somma e' parte dei fondi destinati alla missione ''Ricerca e innovazione'' nell'ambito dello stato di previsione del ministero dell'Istruzione, Universita' e ricerca per il 2014, all'esame insieme alla legge di stabilita' della Camera.

Lo stanziamento complessivo per questa missione, articolata in 3 programmi, e' pari ad 1.912,9 mln di euro suddivisi tra ricerca per la didattica (1,6 mln), ricerca scientifica e tecnologica applicata, con uno stanziamento in conto competenza pari a 3,4 mln, e ricerca scientifica e tecnologica di base cui sono destinati 1.907,8 mln. In quest'ultimo programma rientrano: il Fondo ordinario per gli enti e le istituzioni di ricerca (tra i destinatari, il CNR, l'Agenzia spaziale italiana, l'Inaf) con una dotazione di 1.771,3 mln di euro; il Fondo per gli investimenti nella ricerca scientifica e tecnologica - FIRST con una dotazione di Euro 62,6 mln; il contributo dello Stato per la ricerca scientifica (cap. 1678), con Euro 43,8 mln (di cui 23,1 mln destinati al Prora; 20,3 mln come contributo alle esigenze del laboratorio di luce di sincrotrone di Trieste e di Grenoble; 0,3 mln per il CNR per la costituzione di un osservatorio sul mercato creditizio regionale). Nella nota integrativa che accompagna la tabella relativa al bilancio del Miur sono individuate le priorita' politiche su cui il ministero intende concentrare il suo impegno che, in relazione al tema della ricerca, riguardano tra l'altro la promozione di iniziative di ricerca industriale da parte di startup innovative; lo sviluppo di strategie per la crescita, il rilancio e la valorizzazione della ricerca pubblica, nonche' la promozione di forme di collaborazione tra il settore di ricerca pubblico e quello privato; la promozione di iniziative che incentivino i ricercatori che vincono i grant europei; la partecipazione a organismi e iniziative internazionali e il rafforzamento della capacita' di attrarre i finanziamenti di Horizon 2020. lcp/gbt

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Governo
Renzi e Pd pronti a governo istituzionale: ma con numeri larghi
L.Bilancio
L.Bilancio, governo pone fiducia in aula Senato su art.1
Governo
Mattarella frena corsa al voto,prima sistema elettorale uniforme
Governo
Renzi: governo istituzionale ma largo, sennò non temo voto
Altre sezioni
Salute e Benessere
Robot indossabile ridà capacità di presa a persone quadriplegiche
Enogastronomia
Domenica 11 dicembre Cantine aperte a Natale
Turismo
Con Volagratis Capodanno low cost da Parigi al Mar Rosso
Lifestyle
Giochi, Agimeg: nel 2016 raccolta supera i 94 miliardi (+7,3%)
Moda
Per Herno nuovo flagship store a Seoul
Sostenibilità
Roma, domani al via la terza "Isola della sostenibilità"
Efficienza energetica
Natale 2016, focus risparmio energetico e trionfo regalo Hi-tech
Scienza e Innovazione
Ricerca, da 2018 l'ERC tornerà a finanziare team multidisciplinari
Motori
Nuova Leon Cupra, più potenza e migliori prestazioni