domenica 26 febbraio | 20:36
pubblicato il 18/feb/2014 17:57

Ricerca: Miur, in 10 mesi varato Programma nazionale da 900 mln l'anno

Ricerca: Miur, in 10 mesi varato Programma nazionale da 900 mln l'anno

(ASCA) - Roma, 18 feb 2014 - In arrivo il nuovo Programma nazionale per la ricerca. Almeno 900 milioni l'anno dal Miur per finanziare ricerca di base e ricerca applicata, su temi simili a quelli della programmazione europea ma declinati in base al contesto italiano. Obiettivo il rilancio della ricerca in Italia, avviare Grandi Progetti Nazionali di innovazione, creare nuova occupazione, favorire la crescita dell'autonomia dei nostri ricercatori e il trasferimento non solo di tecnologici e brevetti, ma anche di competenze, all'interno di una cornice Paese.

E' questo uno dei principali risultati in materia di Ricerca rivendicati dal ministero dell'Istruzione, Universita' e Ricerca (Miur) che pubblica oggi il bilancio dei 10 mesi di attivita' sotto la guida di Maria Chiara Carrozza.

Per la prima volta - si legge - il programma mette a sistema i finanziamenti per la ricerca gestiti da altri enti finanziatori italiani e si lanceranno bandi sul Piano Operativo Nazionale (PON 2014-20) a partire dal primo anno, quindi gia' dal 2014.

Relativamente ai giovani ricercatori il primo risultato concreto, e' stato il lancio del bando Scientific Indipendence of young Researchers (Sir): 47 milioni per giovani ricercatori che hanno conseguito il dottorato di ricerca o la specializzazione medica da non oltre 6 anni. Il bando sara' ripetuto ogni anno e riprende i modelli utilizzati dai bandi europei.

Sono state, poi, completate le procedure per assegnare i finanziamenti su bandi Smart Cities, Cluster Tecnologici, Futuro in Ricerca (Fir 2013), Progetti di Ricerca di Interesse Nazionale (Prin 2013), mobilitando nel 2013 e nel 2014 risorse per oltre 600 milioni. E' in fase di ultimazione anche l'assegnazione degli ultimi 700 milioni sui fondi Pon e Pac assegnati al Miur dalla programmazione 2007-2013 dei fondi strutturali europei per finanziare distretti Sud, start-up, contamination labs, infrastrutture e pre-commercial procurement nelle regioni Campania, Puglia, Calabria e Sicilia.

E' stata, infine, ricostruita la rappresentanza italiana ai tavoli di programmazione europea di Horizon 2020, il programma quadro della ricerca europea che assegnera' circa 80 miliardi di euro nei prossimi 7 anni. com-stt/mpd

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Pd
Pd, Veltroni: la sinistra divisa consegna l'Italia al polulismo
Altre sezioni
Salute e Benessere
Fibrosi polmonare idiopatica, al Gemelli seminario internazionale
Motori
L'agricoltura del futuro: Case IH presenta il trattore autonomo
Enogastronomia
Ricerca Gfk: l'identikit dei nuovi consumatori al supermercato
Turismo
Boom degli affitti brevi in ambito turistico e non solo (+30%)
Energia e Ambiente
Progetto Life-Nereide: asfalto silenzioso da materiale riciclato
Moda
Nuova linea ready-to-wear de La Perla: sensuali giacche corsetto
Scienza e Innovazione
Esa, Vega: nel 2018 opportunità di volo per minisatelliti multipli
TechnoFun
Google crea strumento intelligenza artificiale anti-trolls
Sistema Trasporti
Da UNRAE protocollo costruttori-scuole per formare autisti hi-tech