lunedì 23 gennaio | 11:33
pubblicato il 04/apr/2013 15:18

Ricerca: Miur, al sud boom proposte su bando infrastrutture pubbliche

(ASCA) - Roma, 4 apr - Ventuno domande, presentate da cinquanta soggetti, tra universita' ed enti di ricerca delle regioni del Convergenza, per un investimento complessivo di quasi 400 milioni di euro. Ha suscitato un grande interesse nel mondo accademico e della ricerca l'avviso pubblico del Miur per il potenziamento delle infrastrutture di ricerca pubbliche in Campania, Calabria, Puglia e Sicilia. Lo comunica una nota del Miur.

Il bando, scaduto ieri, informa il ministero, mette a disposizione 76,5 milioni di euro del Piano Azione e Coesione (Pac) per attivare interventi di adeguamento e rafforzamento strutturale di centri di ricerca di elevata qualificazione, in settori e in ambiti disciplinari strategici per lo sviluppo del sistema produttivo del mezzogiorno. Entro 60 giorni il Miur valutera' i progetti pervenuti, selezionando le proposte piu' valide alle quali saranno assegnate le risorse previste.

Come previsto dal bando, aggiunge il Miur, i progetti da finanziare saranno articolati in tre linee di intervento: alla prima, dedicata all'adeguamento e al rafforzamento strutturale di reti telematiche e infrastrutture digitali (Itc), saranno assegnati complessivamente 46,5 milioni di euro. La seconda, che raggruppa i progetti per l'adeguamento e il consolidamento di infrastrutture per il monitoraggio ambientale, potra' contare su 20 milioni di euro. I progetti della terza linea di intervento prevedono la realizzazione di una banca dati digitale dei prodotti e dei risultati della ricerca, fruibile in open access. Questi ultimi avranno a disposizione 10 milioni di euro.

La linea di intervento per la quale e' pervenuto il maggior numero di proposte e' la seconda (adeguamento e consolidamento di infrastrutture per il monitoraggio ambientale), con 13 domande. Tre domande invece si riferiscono alla prima linea di intervento e 5 alla terza. I progetti sono stati presentati complessivamente da 50 soggetti, conclude la nota, tra cui 19 Universita' e Istituti Universitari statali, 11 Enti o Istituzioni Pubbliche Nazionali di Ricerca vigilati dal Miur e da altri 20 organismi di Ricerca. Tutti i proponenti hanno elaborato progetti per il potenziamento delle sedi operative, presenti o da costituire, in una o piu' regioni della Convergenza, secondo la seguente distribuzione territoriale: i progetti presentati per la Campania assorbono il 21% del costo totale, quelli per la Puglia il 29%, per la Sicilia il 21% e per la Calabria il 18%.

com/mpd

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Nato
Emiliano: Trump ignora la Nato? Potremmo rinegoziare trattati
Usa
Gentiloni: Trump? Collaboreremo ma abbiamo i nostri valori
Pd
Emiliano: se qualcuno apre il congresso mi candido segretario Pd
Governo
Gentiloni: D'Alema non aiuta la discussione, troppo polemico
Altre sezioni
Salute e Benessere
Nuove postazioni di telemedicina italiana no profit in Africa
Motori
John Lennon, all'asta la sua Mercedes-Benz 230SL Roadster
Enogastronomia
Formaggi, yogurt, mozzarelle: ora obbligatorio indicare l'origine dellatte
Turismo
Via in Uruguay i 40 giorni del carnevale, il più lungo del mondo
Energia e Ambiente
Pericolo estinzione per il 60% di tutte le specie di primati
Moda
Moda Parigi, l'eleganza rilassata dell'uomo Louis Vuitton
Scienza e Innovazione
Spazio: da Cassini primo piano per Dafni, piccola luna di Saturno
TechnoFun
Cyber attacchi, dal 2001 in Italia hackerati 12mila siti web
Sistema Trasporti
Confermato avvio lavori di interconnessione tra Brebemi e A4