venerdì 24 febbraio | 14:01
pubblicato il 20/set/2013 19:32

Ricerca: Miur, 10 paesi siglano Dichiarazione Rabat. Piu' cooperazione

Ricerca: Miur, 10 paesi siglano Dichiarazione Rabat. Piu' cooperazione

(ASCA) - Roma, 20 set - Si e' conclusa oggi a Rabat la prima Conferenza dei ministri della Ricerca e dell'Universita' dei dieci paesi che si affacciano sul Mediterraneo occidentale (Italia, Francia, Spagna, Portogallo, Malta, Marocco, Tunisia, Algeria, Libia e Mauritania) che hanno sottoscritto una Dichiarazione in cui si impegnano a rafforzare la cooperazione regionale.

Lo comunica il Miur in una nota precisando che la delegazione italiana era guidata dal sottosegretario Marco Rossi Doria, e ha svolto un ruolo propulsivo, come fortemente voluto dal ministro Maria Chiara Carrozza, anche in vista del semestre italiano di Presidenza del consiglio dell'Ue.

Il cosiddetto 'Dialogo 5+5' e' un gruppo di coordinamento lanciato a Roma nel 1990 che riunisce cinque paesi della sponda nord del Mediterraneo e cinque della sponda sud per favorire il dialogo euro-mediterraneo. La Conferenza di Rabat ha sancito, con una Dichiarazione sottoscritta da tutti i paesi, l'impegno a rafforzare la cooperazione regionale attraverso una piu' stretta collaborazione nei settori della Ricerca, dell'Innovazione e dell'Universita'.

Un Comitato appositamente creato definira', in coordinamento con il segretariato dell'Unione per il Mediterraneo, un piano di azione per progetti e iniziative congiunte.

La Dichiarazione di Rabat, alla cui stesura l'Italia ha contribuito in maniera sostanziale, fa esplicito riferimento, come esempio di cooperazione euro-mediterranea, all'iniziativa ''Partnership in Research and Innovation in the Mediterranean Area (Prima)', coordinata dall'Italia sulla base dell'articolo 185 del Trattato dell'Ue e finalizzata a creare un partenariato stabile fondato sui principi della co-decisione, co-responsabilita' e co-finanziamento. In particolare, si sosterranno la ricerca condivisa negli ambiti considerati strategici per l'area e la mobilita' di docenti, studenti e ricercatori tra le due sponde del Mediterraneo.

com-stt/sam/

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Sinistra
Scotto: nuova forza di sinistra con ex Pd, con noi 17 ex Si
Ncd
Alfano: i moderati tornino uniti contro il populismo
Ue
Mattarella:Ue ha valore irreversibile, da crisi uscirà più forte
Pd
Nel Pd braccio di ferro su data primarie, Orlando in campo
Altre sezioni
Salute e Benessere
Tribunale malato: per 1 medico su 3 troppo poco tempo per paziente
Motori
Man lancia due iniziative per salute e sicurezza degli autisti
Enogastronomia
Ricerca Gfk: l'identikit dei nuovi consumatori al supermercato
Turismo
Boom degli affitti brevi in ambito turistico e non solo (+30%)
Energia e Ambiente
Scoperta una nuova specie di mammifero: lo scoiattolo meridionale
Moda
A Londra apre una mostra su Lady Diana, icona della moda
Scienza e Innovazione
Astrofisica, indizi di materia oscura nel cuore di Andromeda?
TechnoFun
Internet of Things: dopo la "nuvola" si studia la "nebbia"
Sistema Trasporti
Da UNRAE protocollo costruttori-scuole per formare autisti hi-tech