lunedì 23 gennaio | 01:55
pubblicato il 11/nov/2013 18:31

Ricerca: Lorenzin, basta considerarla costo. E' valore anche economico

Ricerca: Lorenzin, basta considerarla costo. E' valore anche economico

(ASCA) - Roma, 11 nov - ''La ricerca non puo' continuare ad essere considerata un costo per il sistema economico nazionale. La ricerca e' un valore, anche economico.

Investire in ricerca , significa puntare su intelligenza e conoscenza, coniugare la nostra tradizione culturale e scientifica con la produzione di un modello industriale. E' un modo ''etico ''di investire e fare crescere il Paese''.

Cosi', il ministro della Salute, Beatrice Lorenzin, intervenuta alle celebrazioni al quirinale in occasione della Giornata Nazionale per la Ricerca sul cancro. ''La ricerca - ha ricordato - e' motore di crescita, gia' oggi produciamo l'11% dei principi attivi a livello mondiale, ne esportiamo l'85% verso Stati Uniti, Europa, Giappone.

Siamo gia' un'eccellenza. Dobbiamo spingere questo agente di sviluppo''. ''Il Ministero della salute - ha aggiunto - sta investendo 136 milioni di euro nel bando della ricerca finalizzata, mentre altri 60 milioni di euro sono destinati ai giovani ricercatori al di sotto dei quarant'anni. Il finanziamento della ricerca oncologica attraverso la ricerca corrente e' valsa, dal 2008 al 2012, circa 50 ml di euro anno; nello stesso quadriennio altri 8 milioni di euro l'anno sono stati destinati ai soli IRCCS oncologici mentre 16 milioni sono andati a tutti gli altri partecipanti (Regioni, aziende ospedaliere) ai quali il conto capitale ha destinato nell'ultimo biennio altri 6 milioni di euro anno.

L'investimento complessivo e' intorno ai 55 milioni per anno per i soli IRCCS oncologici. Non sono certo le cifre che si mobilitano in paesi come gli Stati Uniti, per questo dobbiamo pensare a modi nuovi di attrarre investimenti nella ricerca che deve diventare una nostra priorita' : ci aiuta infatti ad aumentare il benessere dell'Italia sia dal punto di vista della salute, sia da quello delle economie ad essa collegate''.

''I dati, le cifre, le scoperte, ci dicono che la lotta contro questa malattia, in parte gia' sconfitta, puo' segnare quotidianamente punti a favore di chi la combatte. Ogni anno portiamo un risultato nuovo che ci da' coraggio, forza, che ci porta soprattutto speranza. Abbiamo il dovere - ha concluso - di salvaguardare e rinnovare il nostro SSN nella prospettiva del paziente, ma soprattutto abbiamo il dovere di costruire un cammino per la nostra ricerca che ci faccia guardare avanti, verso nuovi traguardi''.

red/mpd

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Nato
Emiliano: Trump ignora la Nato? Potremmo rinegoziare trattati
Usa
Gentiloni: Trump? Collaboreremo ma abbiamo i nostri valori
Pd
Emiliano: se qualcuno apre il congresso mi candido segretario Pd
Governo
Gentiloni: D'Alema non aiuta la discussione, troppo polemico
Altre sezioni
Salute e Benessere
Nuove postazioni di telemedicina italiana no profit in Africa
Motori
John Lennon, all'asta la sua Mercedes-Benz 230SL Roadster
Enogastronomia
Formaggi, yogurt, mozzarelle: ora obbligatorio indicare l'origine dellatte
Turismo
Via in Uruguay i 40 giorni del carnevale, il più lungo del mondo
Energia e Ambiente
Pericolo estinzione per il 60% di tutte le specie di primati
Moda
Moda Parigi, l'eleganza rilassata dell'uomo Louis Vuitton
Scienza e Innovazione
Spazio: da Cassini primo piano per Dafni, piccola luna di Saturno
TechnoFun
Cyber attacchi, dal 2001 in Italia hackerati 12mila siti web
Sistema Trasporti
Confermato avvio lavori di interconnessione tra Brebemi e A4