domenica 11 dicembre | 04:15
pubblicato il 17/lug/2013 18:14

Ricerca: Garattini, no a norme restrittive su sperimentazione animale

(ASCA) - Roma, 17 lug - - ''Gli emendamenti alla Direttiva europea sulla sperimentazione animale approvati dal Senato della Repubblica, se confermati , avrebbero come conseguenza principale quella di diminuire l'apporto dei ricercatori italiani allo sviluppo delle conoscenze biologiche e mediche, visto che siamo il solo Paese ad aver introdotto regole cosi' restrittive''. Lo ha detto Silvio Garattini, Direttore dell'Istituto di Ricerche Farmacologiche 'Mario Negri' , nel corso di un'audizione di fronte ai Deputati della Commissione Affari Sociali della Camera dei Deputati.

''Infatti - ha spiegato - ben 15 Paesi europei hanno accettato in modo integrale la Direttiva europea. Una seconda conseguenza sara' l'impossibilita' di partecipare ai bandi di ricerca europea non potendo utilizzare la sperimentazione animale come possono fare i ricercatori dei Paesi con cui siamo in competizione per ottenere i fondi europei''.

''Tre sono i punti piu' importanti da eliminare'', secondo il fondatore dell'Istituto di Ricerche Farmacologiche 'Mario Negri'. A cominciare dall'anestesia: ''Molti esperimenti non richiedono anestesia - ha detto - mentre la formulazione attuale esige ad esempio di anestetizzare gli animali per fare una iniezione oppure per realizzare studi sul comportamento, contro ogni buon senso.

Si dovrebbe dire che l'anestesia deve essere eseguita tutte le volte in cui si eseguono interventi chirurgici, cosi' come avviene per l'uomo''.

Poi il divieto xenotrapianti: ''Oggi la maggioranza delle ricerche sui tumori si basa su eterotrapianti: si trapiantano sottocute piccoli frammenti di tumore umano in topi che sono geneticamente privi di risposte immunitarie. In questo modo si puo' studiare la crescita del tumore, la sua vascolarizzazione, la sua disseminazione, la formazione di metastasi. Inoltre solo in questo modo si puo' studiare come agiscono i farmaci in una situazione complessa come quella di un organismo vivente. Questo tipo di xenotrapianto e' oggi la base della ricerca antitumorale e rappresenta una tecnica essenziale verso l'obiettivo di realizzare terapie personalizzate. Questa tecnica non puo' essere sostituita da altre tecnologie, come ad esempio le colture cellulari in vitro che vengono utilizzate in via preliminare, ma non possono permettere di studiare come ad esempio un farmaco venga assorbito, distribuito, metabolizzato ed eliminato in un organismo vivente. E' chiaro che il topo non sempre si comporta come l'uomo, ma e' altrettanto chiaro che il topo e' piu' simile all'uomo di quanto non sia un contenitore di vetro!''. Infine, il divieto sperimentazione con droghe d'abuso: ''Non si capisce - obietta Garattini - per quale ragione si debba vietare questo tipo di ricerche che oggi e' ancora assolutamente necessario considerando che sono decine di milioni i cittadini italiani che abusano di droghe legalizzate o illecite. Come si potranno studiare gli effetti tossici particolarmente delle nuove droghe che ogni giorno entrano nel mercato clandestino? In particolare come sara' possibile indagare gli effetti dannosi sul sistema nervoso centrale? Come si potranno studiare trattamenti che contrastino la comparsa di dipendenza, che attenuino i sintomi dell'astinenza, che antagonizzino gli effetti tossici a livello cardiaco e di altri organi? Sono necessarie per questi studi varie specie animali per cercare di cogliere il piu' possibile lo spettro di effetti delle droghe e dei farmaci di abuso. Non esistono, al momento, altre tecnologie che possano sostituire gli animali''.

red/mpd

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Governo
Di Battista:risponderemo a colpi piazza a tentativo fermare M5s
Governo
Di Maio: no a Gentiloni o altro Avatar per salvare la banca Pd
Governo
Renzi al Pd esclude restare,Gentiloni tiene ma partita non chiusa
Governo
Speranza al Pd: indispensabile una scelta di discontinuità
Altre sezioni
Salute e Benessere
Orecchie a sventola, clip rivoluziona intervento chirurgico
Enogastronomia
Furono i sardi i primi a produrre vino nel Mediterraneo
Turismo
Confesercenti: alberghi prenotati al 75% per Ponte Immacolata
Lifestyle
Giochi, Agimeg: nel 2016 raccolta supera i 94 miliardi (+7,3%)
Moda
Per Herno nuovo flagship store a Seoul
Sostenibilità
All'Isola della Sostenibilità il mondo dell'economia circolare
Efficienza energetica
Natale 2016, focus risparmio energetico e trionfo regalo Hi-tech
Scienza e Innovazione
Le tecnologie spaziali che aiutano la sostenibilità
Motori
Flash Mob ai Fori per Amatrice con la Ferrari del record in Cina