lunedì 20 febbraio | 08:04
pubblicato il 18/mar/2015 19:40

Ressa per Lupi a Milano, lui si difende: nessun gesto sbagliato

Il ministro dopo inchiesta sulle Grandi opere: non chiedo scusa

Ressa per Lupi a Milano, lui si difende: nessun gesto sbagliato

Milano, (askanews) - Ressa di giornalisti, telecamere e fotografi per Maurizio Lupi a Milano: il ministro, alla prima uscita pubblica dopo l'inchiesta di Firenze sulle tangenti per le Grandi opere, è atteso da una folla che lo segue per i corridoi di Made Expo, alla fiera di Rho Pero, in attesa di una sua dichiarazione.

Lupi non si sottrae alle telecamere che lo assediano, dopo le dichiarazioni istituzionali di rito, prima di riferire sul caso alla Camera. "Fino a che ritengo di non aver fatto nessuno di questi gesti, sbagliato o irresponsabile, la mia azione è lì: quando si dimostrerà esattamente l'opposto ne prenderò atto perchè è giusto prenderne atto e chiedere scusa a tutti".

Mentre esce dalla Fiera, attraversando gli stand degli espositori, qualcuno grida al ministro "vergogna" e "dimettiti" senza ricevere risposte.

Gli articoli più letti
Pd
Pd, ultima trattativa con Emiliano su primarie dopo comunali
Pd
Cuperlo a Renzi: scendi da auto, non fare 'Gioventù bruciata'
Pd
Renzi apre congresso Pd, minoranza accusa: "Sceglie scissione"
Pd
Renzi si dimette da segretario Pd, ora candidature o congresso
Altre sezioni
Salute e Benessere
Ordini Medici: pubblicità sanitaria selvaggia è allarme sociale
Motori
BMW presenta la nuova Serie 5 berlina
Enogastronomia
"Benvenuto Brunello" Guida Rossa Michelin firma piastrella 2016
Turismo
Turismo, Alpitour amplia la rete su Andalusia e Costa del Sol
Energia e Ambiente
Premio ai Vigili del fuoco per i voli su Amatrice e Rigopiano
Moda
Moda New York, la donna bon ton secondo Carolina Herrera
Scienza e Innovazione
SpaceX, rinviato lancio del Falcon-9 dalla piattaforma Nasa 39-A
TechnoFun
Amazon, a tempo di record i lavori per nuovo centro vicino Roma
Sistema Trasporti
Ibar, Usa e Cina ancora al top per i voli dall'Italia