sabato 03 dicembre | 01:25
pubblicato il 21/feb/2016 13:15

Renzi: unico obiettivo 5 stelle è fare il male del Pd

"Hanno la sindrome di Charlie Brown"

Renzi: unico obiettivo 5 stelle è fare il male del Pd

Roma, 21 feb. (askanews) - La differenza tra M5s e Pd è che i grillini vogliono solo "il male" del Partito democratico. Lo ha detto il premier Matteo Renzi all'assemblea democratica. "Il punto vero è che 5 stelle ha un obiettivo, fare il male del Pd. Noi abbiamo l'obiettivo di fare il bene dell'Italia. Il sindaco di Livorno ha detto: il Pd deve morire. Io dico l'Italia deve vivere", ha aggiunto.

Renzi ha ricordato il tentativo di accordo con M5s sulle unioni civili: "Abbiamo pensato di fare un accordo con i 5 stelle. E' stato un errore? Io credo che dobbiamo smettere di farci del male tra di noi. Non ci saremmo mai perdonati di non fare quel tentativo. Capisco la sindrome Lucy e Charlie Brown... Bersani gli ha chiesto il governo del cambiamento, Letta gli ha chiesto di scongelarsi, io gli ho chiesto di fare le riforme insieme. Hanno la sindrome di Charlie Brown, quella di togliere il pallone all'ultimo minuto".

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Riforme
Renzi: brogli voto estero? Film che ritorna da chi teme sconfitta
Riforme
Referendum, Salvini: voto estero comprato ma no vincerà comunque
Riforme
Renzi: col Sì Italia più forte in Ue su crescita e immigrazione
Riforme
Politici, vip e costituzionalisti, tutti divisi al referendum
Altre sezioni
Salute e Benessere
Medici: atleti tendono a sovrastimare problemi cardiovascolari
Enogastronomia
Nasce il Movimento Turismo dell'Olio
Turismo
Turismo, Franceschini: il 2017 sarà l'Anno dei Borghi
Lifestyle
Yocci, il Re della Torta di Carote e... il modo di essere
Moda
Gli angeli sexy di Victoria's Secret sfilano a Parigi
Sostenibilità
Smart City, modello Milano grazie a ruolo utilities
Efficienza energetica
Pesticidi: una minaccia per le api, colpito anche l'olfatto
Scienza e Innovazione
Ministeriale Esa, Battiston (Asi): l'Italia è molto soddisfatta
Motori
Audi A3 compie 20 anni, 3 generazioni e 4 milioni di esemplari