domenica 11 dicembre | 13:06
pubblicato il 15/ott/2015 20:38

Renzi: taglio tasse senza fregature, è legge per fiducia Italia

"Basta vittimismo, il futuro è nelle nostre mani"

Renzi: taglio tasse senza fregature, è legge per fiducia Italia

Roma, 15 ott. (askanews) - Le tasse "vanno giù in modo sistematico, costante e sorprendente", e stavolta "non ci saranno fregature". Tanto che dalla spending review è stato eliminato l'intervento sulle tax expenditures proprio perchè "sarebbe stato un aumento di tasse". Matteo Renzi indica nella diminuzione delle tasse "la cifra identitaria" della legge di Stabilità per il 2016, che vuole disegnare una Paese "più semplice e più giusto" e che punta molto sull'eliminazione della tassa sulla prima casa. Una decisione che solleva polemiche anche dalla minoranza Pd, ma che Renzi difende così: "Dopo decenni in cui sembra che è l'unica tassa che c'è, eliminarla corrisponde a dare fiducia, perchè ha un valore simbolico ed evocativo, e questa è una valutazione strettamente politica".

Fiducia è infatti l'altra parola chiave della conferenza stampa del premier: "Prima il mondo tirava, l'Italia arrancava. Oggi l'Italia è ripartita ma il mondo non si sente benissimo. Oggi è il momento di consolidare la ripresa e per farlo è decisivo che gli italiani abbiano la netta consapevolezza che il loro futuro è nelle loro mani". Basta dunque col "vittimismo rassegnato" perchè "il nostro destino non è a New York, a Bruxelles o a Pechino, è nelle nostre mani. Si scrive Legge di Stabilità, si pronuncia Legge di fiducia".

E allora, con slides e tweet, Renzi snocciola tutte le "buone notizie" contenute nella manovra, che vale 27 miliardi "nellaversione base", ovvero senza la clausola Ue per gli eventi eccezionale, oppure 30 miliardi nella versione "accessoriata", ovvero con lo 0,2% in più (3,3 miliardi) per l'emergenza migranti. Un'incognita che rischia di far slittare la diminuzione dell'Ires, che a questo punto dipende da Bruxelles: se la Commissione accetterà di riconoscere all'Italia la clausola per gli eventi eccezionali (nello specifico il fenomeno migratorio), il governo avrà un ulteriore spazio dello 0,2% del Pil, 3,3 miliardi, da destinare proprio alla riduzione Ires. Un braccio di ferro che Renzi inquadra così: "Noi rispettiamo le regole, mentre altri Paesi che le invocano non le rispettano. Se arriverà la clausola immigrazione la accogliamo e la usiamo, se non c'è non la usiamo". Così come non ci sarà l'intervento sulla flessibilità previdenziale in uscita: "Non c'erano le condizioni", ammette Renzi dopo aver "a lungo" lavorato per introdurla. A saldi invariati, la voce previdenza vedrà però l'aumento della no tax area, l'opzione donna, la settima salvaguardia per gli esodati e il part-time per gli over 63.

Quello che invece ci sarà è l'aumento a 3mila euro della soglia d'uso del contante, senza badare alle polemiche sull'evasione: "La lotta all'evasione la stiamo facendo, e ne stiamo raccogliendo i frutti". Così come ci saranno interventi sui "minimi per le partite Iva", una sorta di "Jobs act dei lavoratori autonomi". C'è la conferma degli sgravi per le assunzioni, anche se ridotti; ci sono risorse per incentivare i contratti di produttività; e 300 milioni per il rinnovo del contratto degli statali. E poi "la prima misura organica contro la povertà", si inizia con 600 milioni. Risorse per la Terra dei Fuochi, per la Salerno-Reggio e per il Giubileo, probabilmente con un intervento 'a latere' della Stabilità. E c'è infine la sterilizzazione delle clausole salvaguardia.

Questo sul fronte delle uscite. Sul fronte delle entrate, tanto sarà fatto in deficit, grazie allo 0,8% di flessibilità già incassato dalla Ue, ovvero oltre 13 miliardi. Un altro miliardo arriverà dai giochi, mentre dalla spending review sono previsti 5 miliardi. Meno di quanto previsto. Più delle previsioni arriverà invece dalla voluntary disclosure, ma le risorse non già impegnate ammontano a 2 miliardi. Ad ora, 'ballano' ancora 6 miliardi di coperture.

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Governo
Renzi al Pd esclude restare,Gentiloni tiene ma partita non chiusa
Governo
## Renzi si ritira, "Doloroso, ma necessario"
Governo
Al via totoministri, possibili conferma Boschi e arrivo Fassino
Governo
Mattarella e Renzi consultano, alle 18 l'indicazione Pd al Colle
Altre sezioni
Salute e Benessere
Orecchie a sventola, clip rivoluziona intervento chirurgico
Enogastronomia
Furono i sardi i primi a produrre vino nel Mediterraneo
Turismo
Confesercenti: alberghi prenotati al 75% per Ponte Immacolata
Lifestyle
Giochi, Agimeg: nel 2016 raccolta supera i 94 miliardi (+7,3%)
Moda
Per Herno nuovo flagship store a Seoul
Sostenibilità
All'Isola della Sostenibilità il mondo dell'economia circolare
Efficienza energetica
Natale 2016, focus risparmio energetico e trionfo regalo Hi-tech
Scienza e Innovazione
Le tecnologie spaziali che aiutano la sostenibilità
Motori
Flash Mob ai Fori per Amatrice con la Ferrari del record in Cina