giovedì 08 dicembre | 16:00
pubblicato il 01/ago/2014 12:00

Renzi: su riforme aperti al dialogo, ma vanno fatte

"Bisogna partire da questo presupposto"

Renzi: su riforme aperti al dialogo, ma vanno fatte

Roma, 1 ago. (askanews) - Il governo è disponibile al dialogo sulle riforme, purché ci sia la volontà di farle davvero. Il presidente del Consiglio Matteo Renzi lo ha ribadito in conferenza stampa: "Noi stiamo mettendo mano alla Carta costituzionale, non stiamo facendo un emendamento a un decretino e abbiamo scelto di partire dalla riforma più complicata. Noi non abbiamo mai chiuso al dialogo. Quando Chiti ha aperto a una proposta di mediazione ci siamo resi disponibili. Ma adesso non dobbiamo rifare la storia degli ultimi giorni, siamo disponibili a dialogare con tutti, partendo però da un presupposto: dobbiamo realizzare le riforme". Fare le riforme è "una cosa giusta per il paese", inoltre permette di "acquisire credibilità all'estero" e infine "se la politica riforma sé stessa ha l'autorevolezza di chiedere all'Italia di non chiudersi a difesa dei corporativismi".

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Governo
Consultazioni Mattarella fino a sabato, chiudono Fi M5s e Pd
Governo
Mattarella apre consultazioni,l'arbitro silente debutta in campo
Governo
Renzi: chi non vuole voto sostenga governo o urne dopo Consulta
Governo
Renzi: ok nuovo governo ma appoggiato da tutti, non temiamo voto
Altre sezioni
Salute e Benessere
Orecchie a sventola, clip rivoluziona intervento chirurgico
Enogastronomia
Domenica 11 dicembre Cantine aperte a Natale
Turismo
Con Volagratis Capodanno low cost da Parigi al Mar Rosso
Lifestyle
Giochi, Agimeg: nel 2016 raccolta supera i 94 miliardi (+7,3%)
Moda
Per Herno nuovo flagship store a Seoul
Sostenibilità
Roma, domani al via la terza "Isola della sostenibilità"
Efficienza energetica
Natale 2016, focus risparmio energetico e trionfo regalo Hi-tech
Scienza e Innovazione
Ricerca, da 2018 l'ERC tornerà a finanziare team multidisciplinari
Motori
Nuova Leon Cupra, più potenza e migliori prestazioni