sabato 03 dicembre | 20:53
pubblicato il 09/apr/2014 12:00

Renzi: seminari Pd su riforme e lavoro, ma evitiamo bandierine

"Dobbiamo fare le riforme per essere ascoltati in Europa"

Renzi: seminari Pd su riforme e lavoro, ma evitiamo bandierine

Roma, 9 apr. (askanews) - Il Pd terrà due seminari su riforme e lavoro, anche se sulle questioni il partito ha già discusso, ma bisogna ricordare che non è il momento di "piantare bandierine" ma di realizzare riforme per poi "essere ascoltati al tavolo Ue". Lo ha detto il presidente del consiglio Matteo Renzi parlando alla direzione Pd: "Sia al ministro Poletti che al ministro Boschi ho chiesto di organizzare due seminari di approfondimento su lavoro e riforme. Su entrambe le questioni abbiamo chiesto il consenso a un modello durante le primarie e su entrambe la direzione ha votato e ci sono state assemblee di gruppi; credo che martedì si riunirà di nuovo l'assemblea dei senatori anche per valutare gli emendamenti". Ha aggiunto Renzi: "Ringrazio i senatori del Pd che stanno facendo un lavoro molto serio su queste tematiche, al netto di alcune posizioni naturalmente legittime e rispettabili". Il punto, ha spiegato il premier, è che "non stiamo facendo un esercizio retorico, ciascuno di noi ha la propria riforma nel cuore. Queste riforme si possono realizzare, si può lavorare, migliorare. Il grande vantaggio di questi mesi credo sia quello che il Pd sta dimostrando di avere un'idea e di costringere altri a seguire". Il premier ha concluso: "Non evoco la disciplina di partito alla quale più volte sono stato richiamato e alla quale mi sono sempre attenuto. Abbiamo fatto un percorso serio, credo nessuno di noi sia qui per mettere delle bandierine ma per cambiare l'Italia. E sappiamo quanto la possibilità di realizzare le riforme sia l'unica condizione per poter poi cambiare verso all'Europa. Se non arriviamo alla guida del semestre avendo iniziato a fare le riforme noi non saremo in grado di essere ascoltati al tavolo europeo. Siccome io voglio essere ascoltato al tavolo europeo. I due seminari sono due occasioni in cui mi piacerebbe che la direzione, gli amministratori locali, i professori, tutti quelli che voglion venire - nessuno di noi ce l'ha con i professori - possano dire la loro". "Q

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Riforme
Vigilia del voto, Sì e No si accusano di violare il silenzio
Riforme
Referendum, Renzi: brogli? Siamo seri, polemiche stanno a zero
Altre sezioni
Salute e Benessere
Sifo: in Italia 4 milioni di depressi. Ma solo 1 su 3 si cura
Enogastronomia
Nasce il Movimento Turismo dell'Olio
Turismo
Turismo, Franceschini: il 2017 sarà l'Anno dei Borghi
Lifestyle
Yocci, il Re della Torta di Carote e... il modo di essere
Moda
Gli angeli sexy di Victoria's Secret sfilano a Parigi
Sostenibilità
Smart City, modello Milano grazie a ruolo utilities
Efficienza energetica
Pesticidi: una minaccia per le api, colpito anche l'olfatto
Scienza e Innovazione
Ministeriale Esa, Battiston (Asi): l'Italia è molto soddisfatta
Motori
Audi A3 compie 20 anni, 3 generazioni e 4 milioni di esemplari