mercoledì 18 gennaio | 19:14
pubblicato il 08/set/2016 20:11

Renzi: riforma costituzionale non dà più poteri al premier

Un partito deve indicare una direzione

Renzi: riforma costituzionale non dà più poteri al premier

Roma, 8 set. (askanews) - "Un partito non può essere per il boh, per il mah, per il non lo so. Un partito deve indicare una direzione, e deve dire che per l'Italia c'è bisogno di cambiare e c'è bisogno di rendere questo Paese più forte e più bello". Lo ha detto il presidente del Consiglio Matteo Renzi, alla Festa dell'Unità di Reggio Emilia.

"Non c'è nessuna norma che dice più poteri al premier - ha aggiunto - io credo che la legge elettorale sia buona. Qualcuno dice no? Cambiamola. Ma bisogna trovare un'altra legge. Troppo facile dire si cambia e non dire come. Ma la legge elettorale non c'entra niente con la riforma costituzionale".

Gli articoli più letti
Fca
Fca,Gentiloni a Merkel: omologazione spetta a autorità italiane
Brexit
Brexit,Gentiloni:May fa chiarezza, Ue pronta a discutere con Gb
Ue
Presidenza Europarlamento: al ballottaggio Tajani e Pittella
Terremoti
Terremoto, Boschi segue situazione. In contatto con Curcio e Errani
Altre sezioni
Salute e Benessere
"Guarda che bello", quando gli occhi dei bimbi si curano con gioia
Motori
Moto, Ducati e Diesel insieme per una Diavel post-apocalittica
Enogastronomia
Consorzio Valpolicella: in Usa il 10% della produzione di Amarone
Turismo
Da Bookingfax una App per riportare turisti in Agenzia di viaggio
Energia e Ambiente
Leader mondiali dell'industria danno vita all'Hydrogen Council
Moda
Moda, dopo Milano Brandamour apre uno show room anche a New York
Scienza e Innovazione
"L'Ara com'era", il racconto dell'Ara Pacis diventa più immersivo
TechnoFun
Rischi del web, ecco le 8 truffe che colpiscono gli italiani
Sistema Trasporti
Gb, arrivato a Londra primo treno merci proveniente dalla Cina