venerdì 09 dicembre | 15:14
pubblicato il 29/set/2014 18:31

*Renzi: reintegro solo per uscite discriminatorie e disciplinari

"Ma senza intervento su art.18 non si va da nessuna parte" (ASCA) - Roma, 29 set 2014 - Il reintegro rimarra' per i "licenziamenti discriminatori" e per quelli "disciplinari". Lo ha detto il presidente del Consiglio Matteo Renzi, spiegando pero' che "senza un intervento sul mercato del lavoro e sull'articolo 18 non si va da nessuna parte. Costruire un nuovo welfare e' doveroso e sacrosanto".

"Io credo che l'attuale reintegro vada superato, dandogli una giustificazione da sinistra, certo lasciandolo per il discriminatorio e per il disciplinare". Renzi si dice disposto a discutere di "cosa significa discriminatorio e disciplinare", ma aggiunge che "se vogliamo dare tutela ai lavoratori, non e' difendendo una battaglia che non ha piu' ragione di essere che ci riusciamo", ma costruendo "una rete piu' estesa di ammortizzatori sociali".

Adm

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Governo
Renzi domani torna a Roma, oggi pranzo dal padre e poi a Messa
Governo
Crisi, Grillo: elezioni subito senza scuse, legge elettorale c'è
Governo
Braccio di ferro nel Pd, Renzi tiene punto: governo con tutti
Governo
Emiliano: Renzi si dimetta anche da segretario del Pd
Altre sezioni
Salute e Benessere
Orecchie a sventola, clip rivoluziona intervento chirurgico
Enogastronomia
Veronafiere, Usa: le regole import sui vini biologici
Turismo
Confesercenti: alberghi prenotati al 75% per Ponte Immacolata
Lifestyle
Giochi, Agimeg: nel 2016 raccolta supera i 94 miliardi (+7,3%)
Moda
Per Herno nuovo flagship store a Seoul
Sostenibilità
Roma, domani al via la terza "Isola della sostenibilità"
Efficienza energetica
Natale 2016, focus risparmio energetico e trionfo regalo Hi-tech
Scienza e Innovazione
Ricerca, da 2018 l'ERC tornerà a finanziare team multidisciplinari
Motori
Flash Mob ai Fori per Amatrice con la Ferrari del record in Cina