lunedì 27 febbraio | 04:03
pubblicato il 06/ago/2014 16:42

Renzi: Pil negativo? Possiamo farcela ma dobbiamo cambiare

(ASCA) - Roma, 6 ago 2014 - Non servono "difese d'ufficio" di fronte al dato negativo del Pil, bisogna accettare "la realta'", ovvero che l'Italia "puo' farcela" ma solo se accetta di "cambiare. Lo scrive il presidente del consiglio Matteo Renzi in una lettera inviata ai parlamentari della maggioranza": "In queste ore i dati negativi sulla crescita non devono portarci alla solita difesa d'ufficio (ma l'anno scorso era peggio, ma a giugno la produzione industriale cresce, ma gli occupati sono in aumento, ma il problema e' l'eurozona, eccetera eccetera)". Per Renzi, "dobbiamo avere il coraggio e la voglia di guardare la realta': l'Italia ha tutto per farcela e per uscire dalla crisi. Ma deve cambiare. Se non cambia sara' sempre negativa. A chi tra noi dice che deve cambiare l'Europa, piu' che l'Italia, rispondo con rispetto che possiamo cambiare l'Europa solo se facciamo bene a casa nostra. I 'mille giorni' sono un arco di tempo che consente una strategia globale". Adm

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Pd
Pd, Veltroni: la sinistra divisa consegna l'Italia al polulismo
Pd
Renzi: D'Alema non ha mai digerito rospo, scissione Pd colpa sua
Governo
Governo, Alfano: non va stroncato per vicenda interna al Pd
Governo
Renzi: elezioni nel 2018, deciderà Gentiloni se votare prima
Altre sezioni
Salute e Benessere
Fibrosi polmonare idiopatica, al Gemelli seminario internazionale
Motori
L'agricoltura del futuro: Case IH presenta il trattore autonomo
Enogastronomia
Ricerca Gfk: l'identikit dei nuovi consumatori al supermercato
Turismo
Boom degli affitti brevi in ambito turistico e non solo (+30%)
Energia e Ambiente
Progetto Life-Nereide: asfalto silenzioso da materiale riciclato
Moda
Nuova linea ready-to-wear de La Perla: sensuali giacche corsetto
Scienza e Innovazione
Esa, Vega: nel 2018 opportunità di volo per minisatelliti multipli
TechnoFun
Google crea strumento intelligenza artificiale anti-trolls
Sistema Trasporti
Da UNRAE protocollo costruttori-scuole per formare autisti hi-tech